Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Biden ha esortato Putin a ridurre le tensioni con l’Ucraina e ha avvertito che gli Stati Uniti avrebbero “risposto con decisione” a qualsiasi invasione.

Joe Biden durante la telefonata con Vladimir Putin giovedì 30 dicembre 2021 (Casa Bianca)

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha avvertito il presidente russo Vladimir Putin che gli Stati Uniti “risponderanno con fermezza” a qualsiasi invasione dell’Ucraina.. I leader hanno parlato al telefono giovedì per la vittoria del canale diplomatico di fronte alla crisi derivante dalla minaccia di conflitto nel Paese europeo.

Durante la conversazione di cinquanta minuti con il leader russo, “Gli Stati Uniti e i loro alleati e partner risponderanno in modo deciso se la Russia invaderà l’Ucraina”, ha detto Biden.Lo ha detto il segretario stampa Jen Psaki in una nota.

Da parte sua, Putin ha espresso la sua “soddisfazione” per la sua conversazione telefonica con la sua controparte americana e ha affermato di averlo avvertito che la punizione dell’Ucraina da parte di Mosca sarebbe stata un “errore fatale”, secondo il Cremlino.

La discussione è stata “candida” e “concreta”, Alla fine dell’incontro, il consigliere diplomatico del Cremlino Yuri Ushakov ha detto ai giornalisti.

La telefonata del presidente Biden con il presidente Putin è iniziata alle 15:35 (20:35 GMT)”Lo ha annunciato un alto funzionario della Casa Bianca.

Biden si trova a Wilmington, nel Delaware, dove possiede una casa e trascorre le vacanze di fine anno. La stampa non può raggiungere il luogo.

La conversazione è stata concordata su richiesta di Putin
La conversazione è stata concordata su richiesta di Putin

Nel suo messaggio di fine anno al presidente degli Stati Uniti ore fa, Putin si è detto “convinto” che un dialogo “efficace” si possa svolgere sulla base del rispetto reciproco, e ha fatto riferimento al vertice tra i due leader a giugno a Ginevra..

READ  Pope ha concluso il suo tour in Canada vicino al Polo Nord e ha riconosciuto i suoi "limiti materiali"

“Solo il percorso dei negoziati può risolvere il numero di problemi diretti tra di noi”, ha aggiunto in seguito il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

La Russia, all’avvicinarsi dei negoziati russo-americani del 10 gennaio a Ginevra, ha ripetutamente affermato che la sua priorità è negoziare due trattati che ridefiniscano la struttura dell’equilibrio e della sicurezza in Europa.

A proposito del Cremlino La sicurezza della Russia include impedire alla NATO di espandere e porre fine alle attività militari occidentali in quella che Mosca vede come la sua sfera di influenza.

Secondo la Russia, le sue richieste cercano solo di evitare di esacerbare le tensioni, perché Mosca considera il sostegno degli Stati Uniti, della NATO e dell’Unione Europea all’Ucraina, il cui governo sostiene l’Occidente, una minaccia diretta ai suoi interessi.

– Gli Stati Uniti sono stati accusati di dirigere alcune questioni internazionali senza molte consultazioni con i loro alleati, Insiste su uno stretto coordinamento con europei e ucraini.

Il Ministro degli Affari Esteri , Mercoledì Anthony Blinken ha parlato con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky e con i suoi omologhi di Francia, Germania e Regno Unito..

Zelensky ha affermato di aver ricevuto garanzie di “pieno sostegno americano” per “combattere un attacco russo”.

Cresce la preoccupazione per la possibile invasione russa dell'Ucraina
Cresce la preoccupazione per la possibile invasione russa dell’Ucraina

Nell’intervista telefonica di inizio dicembre, Biden ha minacciato Putin di sanzioni “come non ha mai visto” se attacca l’Ucraina.

I paesi occidentali hanno finora escluso una risposta militare a una possibile invasione russa e il Cremlino ha prestato poca attenzione alle minacce di sanzioni.

La Russia e l’élite al potere sono già diventate il bersaglio di molte rappresaglie economiche da parte dei paesi occidentali sulla questione ucraina e sulla repressione nel paese.Ma nessuna di queste misure ha fatto cambiare posizione al Cremlino, anzi.

READ  L'Australia offre visti gratuiti ai giovani che viaggiano nei prossimi tre mesi e li invita a lavorare

Mosca nega di aver minacciato l’Ucraina, anche se ha annesso la Crimea nel 2014.Afferma di agire in risposta all’ostilità dell’Occidente che sostiene Kiev, in particolare nella sua lotta contro i separatisti filo-russi nell’est del Paese.

Questi ultimi, sebbene i leader russi lo neghino, sono sospettati di essere sotto la guida del Cremlino.

Attualmente, i negoziati del 10 gennaio a Ginevra sull’Ucraina e la stabilità strategica sono tesi. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha escluso sin dall’inizio qualsiasi “concessione” e gli Stati Uniti avevano già avvertito che alcune richieste della Russia erano “inaccettabili”..

Queste discussioni, guidate dal vicesegretario di Stato americano Wendy Sherman e dal suo omologo russo Sergei Ryabkov, saranno seguite da un incontro Russia-NATO il 12 gennaio e un altro il giorno successivo sotto l’OSCE. Cooperazione in Europa (OSCE).

(Con informazioni da AFP)

Continuare a leggere: