Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

BEC ricorda lunedì la Biennale delle macchine utensili

La Machine Tool Biennale torna lunedì prossimo al BEC dopo quattro anni di assenza Con dati “estremamente positivi”: sarà così 1.446 espositori provenienti da 28 paesi Mostrerà più di 3.400 macchine, prodotti, servizi e novità a migliaia di visitatori che arriveranno da tutto il mondo. “Stiamo iniziando con la forza di quella che è davvero la versione di recupero e reunion”, ha detto. Direttore Generale del Centro Esposizioni di Bilbao Xabier Basañez.

“Le aziende prenderanno un grande impegno tecnico, che avrà un enorme impatto tra i professionisti che ci visiteranno da tutto il mondo”“Abbiamo lavorato con convinzione presentando una mostra in cui l’industria rafforza il suo ruolo di leadership nell’attività economica, rafforzando così la ripresa già in atto”, ha proseguito Basanes.

La Biennale di quest’anno avrà “una superficie abbastanza ridotta e un numero leggermente inferiore di espositori rispetto all’edizione 2018”. Tuttavia, secondo il direttore del BEC, i numeri dell’evento di quest’anno sono vicini a quelli dell’ultimo evento. Così, la mostra si riunirà 1.446 espositori provenienti da 28 paesis, come Germania, Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea del Sud, USA, Finlandia, Francia, India, Italia, Giappone, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Svizzera, Taiwan, Turchia, ecc.

In questo senso, il direttore dell’evento BIEMH, Thais Basañez-Allende, lo ha sottolineato Più di 3.400 macchine, prodotti, servizi e novità sono distribuite nei sei padiglioni BEC Per migliaia di visitatori che parteciperanno a questo evento da tutto il mondo. La Biennale suddividerà la sua offerta tra startup di macchine (22%), componenti e accessori (20%), automazione e robotica (14%), macchine di deformazione (13%), utensili (12%), metrologia e CAD-CAM (9 %), servizi e altro (10%).

READ  Alta inflazione ed energia puniranno i consumi in Italia

Da parte sua, il presidente di AFM Clúster, José Perez Perdud, ha osservato che il settore della tecnologia di produzione avanzata “ha aspettative in questa nuova edizione della grande fiera industriale che si sta svolgendo nel nostro paese e che risponderà alla necessità di riorganizzare il nostro settore per mantenere il nostro vantaggio competitivo”. Il direttore generale di AFM Clúster, Xabier Ortueta, ha spiegato che le società associate hanno un “carico di lavoro interessante” in un contesto “complesso” e ha ritenuto che il 2022 sarà un “anno difficile, ma se riusciamo a superarlo, faremo sport”.

“L’obiettivo è sviluppare questa attività e trasformarla in fatturazione a fine anno”, ha osservato, osservando che le prospettive dell’AFM sono “positive, con una crescita del 7-10%” e considerando questo. “Nello scenario di difficoltà ci sono opportunità e bisogna sfruttarle”. Da parte sua, il presidente dell’AIMHE (Associazione degli importatori di macchine utensili), José Ignacio Ortiz de Urbinaga, ha osservato che dopo una crisi “senza precedenti”, il 2021 è stato un anno “eccezionale” e ritiene che sia necessario essere “ottimisti” per il 2022 perché nonostante “l’incertezza, abbiamo un grande potenziale di crescita nel nostro mercato”.

Visitatori strategici

Basanes Allende lo ha spiegato La campagna per i visitatori pubblici è stata sviluppata in più di 100 paesi. Come spiegato, Attirare gli acquirenti attraverso il programma Hosted Buyers, Il programma, che raccoglie anche le candidature degli stessi espositori, è uno degli elementi principali della campagna dei visitatori della Biennale. Questa edizione, grazie a questo programma sviluppato in collaborazione con Basque Trade Investment, avrà circa 300 buyer invitati da 20 paesi.

READ  Il giorno in cui i mercati hanno iniziato a puzzare di sangue

I profili proverranno dai settori della produzione di parti, componenti, prodotti in metallo, stampi e stampi, meccanizzazione di parti e costruzione di strutture metalliche sulla scena internazionale; E nello stato, produzione di parti, componenti e prodotti in metallo, meccanizzazione di componenti per auto, ricambi per auto e industrie ausiliarie.

esposizione

1.446

comp. La Biennale delle macchine utensili riunirà 1446 espositori provenienti da 28 paesi, come Germania, Austria, Belgio, Canada, Cina, Corea del Sud, USA, Finlandia, Francia, India, Italia, Giappone, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Svizzera, Taiwan o la Turchia, tra gli altri.

3400

macchine. Più di 3.400 macchine, prodotti, servizi e novità potranno essere ammirate dai migliaia di visitatori che parteciperanno all’evento da tutto il mondo, distribuiti in tutti e sei i padiglioni del centro.

22%

distribuzione. La Biennale suddividerà la sua offerta tra startup di macchine (22%), componenti e accessori (20%), automazione e robotica (14%), macchine di deformazione (13%), utensili (12%), metrologia e CAD-CAM (9 %), servizi e altro (10%).

100

Paesi. La campagna per i visitatori pubblici è stata sviluppata in più di 100 paesi.