Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Barcellona lancia una vista a 360 gradi della Torre Glòries

La Torre Glòries è senza dubbio uno degli edifici più emblematici di Barcellona. Tuttavia, la possibilità del suo ingresso non è stata ancora presa in considerazione. Da venerdì, la capitale catalana avrà una nuova vista a 360 gradi su questo edificio.

Situato al 30° piano dell’iconico Jean Nouvel Building, originariamente creato come sede di Agbar, è uno spazio multidisciplinare che unisce arte, scienza e tecnologia, oltre a offrire viste panoramiche sulla città. I suoi promotori hanno voluto reinterpretare il concetto di visione tradizionale. “Dobbiamo abbandonare la visione negativa di coloro che sono consapevoli delle sfide che la città deve affrontare”, ha spiegato Alex Pratdibadoa, Direttore Prospettive di Torre Gloris.

spazio creativo

Il punto di vista ha un’esperienza per scoprire l’invisibile Barcellona

Dal cuore dello schema urbanistico disegnato da Idelfons Cerdà, la Torre Glòries si apre per la prima volta al pubblico attraverso il suo belvedere. Lo spazio offre un’esperienza unica per riscoprire Barcellona attraverso un nuovo look. David Xirau, direttore generale di Mediapro Exhibitions, la società dietro il progetto, ha spiegato che era giunto il momento di “guardare al futuro della città, anche oltre ciò che l’occhio può vedere; Javier Zarabetia, di Merlin Properties, proprietario della Glòries Tower su quattro anni.”

I visitatori prendono parte a un percorso che inizia nel piano interrato. Il iper vedetta È uno spazio per scoprire che Barcellona di solito non attira l’attenzione. Attraverso l’utilizzo di big data, sensori e strumenti raccolgono dati dalla città in tempo reale. Sull’altro lato del punto di vista, puoi trovare cinque diversi spazi che combinano arte, musica, tecnologia e video per vedere Barcellona come mai prima d’ora.

READ  La Jornada - In una cerimonia virtuale, l'Italia è tornata in Messico 23 reperti rubati illegalmente

tecnologia e arte

L’esposizione viene generata automaticamente da dati reali

Inoltre alcuni pezzi sono unici e non ripetibili, in quanto generati automaticamente dai dati raccolti dal sistema. anche in sirenaLa musica che accompagna la mostra, creata da Barcellona Maria Arnal e John Talbot, è vivace e risponde ai cambiamenti della città. Questo lavoro, come il resto, lavora per riflettere le continue trasformazioni e cambiamenti che le città subiscono.

In un momento in cui anche le città si sforzano di essere più ecologiche e sostenibili, le nuove attrezzature invitano i visitatori a rendersi conto che non vivono da soli. La città ospita un gran numero di specie animali e vegetali. Barcellona Presenta un esemplare di 132 specie che si possono trovare in città fatto di carta piegata dall’artista Joan Salas.

Installazione artistica “Cloud Cities Barcelona” di Tomás Saraceno

Cesare Rangel

Sullo stesso piano, viene presentata una testimonianza vivente di ciò che sta accadendo in tutti gli angoli della città, dal traffico e dai treni in circolazione o dagli aerei che vi passano sopra in quel preciso momento. attraverso ritmi Puoi vedere tutto ciò che non è visibile all’occhio umano, come le particelle sospese nell’aria o le onde elettromagnetiche dei nostri telefoni cellulari.

Dopo questa visita, i visitatori potranno salire 30 piani e un’altezza di 125 metri in meno di 30 secondi. C’è un punto di vista che offre una prospettiva a 360 gradi della città. Attraverso di essa puoi vedere tutti gli angoli di Barcellona, ​​​​dalla Sagrada Família a 22 @, Diagonal o la spiaggia della Barceloneta.

Apertura al pubblico

I biglietti sono ora disponibili e costano a partire da € 15

READ  Cosa fare se si hanno sintomi da Covid ma il test è negativo

La cupola della torre è anche dominata da un’installazione percorribile dell’artista argentino Tomas Saraceno. sotto nome Città della nuvola Barcellona, invita i cittadini al dialogo e alla riflessione sulla città. L’opera occupa una superficie di 130 mq ed è sospesa grazie a 6 chilometri di cavo teso. I visitatori potranno navigare attraverso le alture godendo di viste mozzafiato sulla città.

I biglietti per accedere a questa torre di avvistamento sono già in vendita. I prezzi vanno da 15 euro per l’ingresso generale a 25 se si vuole visitare la fiera d’arte di Saraceno. La visita dura circa un’ora e comprende un servizio di audioguida in sei lingue (catalano, spagnolo, inglese, francese, italiano e tedesco). Inoltre, ci saranno visite esclusive dove potrai goderti il ​​tramonto, entrare nella pinacoteca o conoscere una prospettiva più tecnica della città dalla mano di un architetto.