Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bandito a vita da una forchetta gratis perché mangia troppo | Cronaca

Un certo caso si è verificato nel ristorante gratuito di Changsha, in Cina, dove il suo proprietario ha impedito a un cliente abituale di entrarvi Avendo mangiato molto in precedenti occasioni, Come ha riferito l’uomo, era chiaramente arrabbiato con i media locali.

Il fatto è che l’argomento chiamato KangChi ha indicato che lo è “Mokbang”, Questo significa un Il blogger che trasmette in diretta i suoi pasti, Ha detto che durante la sua prima visita ha mangiato 1,5 chilogrammi di zampe di maiale e fino a 4 chilogrammi di altre parti di questo animale la seconda volta che è andato nel luogo, per il quale il cliente si è qualificato dopo la decisione del proprietario del luogo. Decisione del ristorante “discriminatoria”.

“Posso mangiare molto, è un difetto?” ha chiesto ansiosamente Kang durante un’apparizione su un canale televisivo cinese.

Tuttavia, il proprietario del buffet, lungi dal capire il ghiottone, si rifiutò categoricamente di farlo entrare di nuovo, dicendo: Il tuo appetito sta causando enormi perdite all’economia della tua attività situata nel centro della città.

La parola del proprietario della forchetta gratuita

“Ogni volta che vieni qui, perdo qualche centinaio di yuan. Anche quando bevi latte di soia, puoi bere 20 o 30 bottiglie. E quando mangi maiale al trotto, consumi l’intero vassoio. Per quanto riguarda i gamberi, di solito le persone usano le pinze per raccoglierli e utilizzare il vassoio per prendere tutto ”, Il mercante ha detto, aggiungendo che avrebbe guardato “non gratis” Per tutti “mukbang” Vieni nel tuo ristorante.

Si precisa che, secondo la legge locale, il proprietario può impedire il loro ingresso senza violare il diritto del cliente, Tuttavia, a fronte di una possibile richiesta dei commensali, il proprietario del locale non avrà alcun problema, sebbene tutto si riferisca più che altro ad un atto morale e non ad un’altra situazione.

READ  Bienalsur è iniziata con una mostra che rivive gli antenati nell'arte

“Il rifiuto del datore di lavoro di entrare non causerà perdite ai consumatori, quindi non vi è alcuna violazione dei loro diritti. […] Per le normali entità di transazione, come ristoranti, […] Gli imprenditori sono liberi di scegliere se accettare o meno i consumatori”, Commento dello studio legale Hunan Jiantian, riprendendo il caso.

Si segnala, infine, che il cd “Forchette gratis” Cosa c’è dentro Cina Di solito è frequentato da molti buoni mangiatori, anche se raramente si verificano situazioni in cui la cena viene scartata, come è successo in questa occasione a Changsha.