Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Avrebbero potuto morire in 5 minuti”: il drammatico salvataggio di cinque cuccioli intrappolati in una borsa calda

“Avrebbero potuto morire in 5 minuti”: il drammatico salvataggio di cinque cuccioli intrappolati in una borsa calda

I cuccioli sono stati salvati dagli agenti della polizia di New York. (X/NYPD)

In divisa Dipartimento di polizia di New York La polizia di New York è diventata l’eroe di una cucciolata di cuccioli di soli pochi mesi dopo averli salvati da una situazione pericolosa nel pomeriggio del 15 giugno per le strade del Queens, a New York, negli Stati Uniti.

Il loro proprietario li teneva all’interno di un sacchetto di stoffa, chiuso in modo tale da rendere loro difficile la respirazione e impedire all’aria di circolare liberamente.

Il momento del ritrovamento dei tori, del loro successivo salvataggio e della prima attenzione è stato ripreso in video dalla body camera di un agente di polizia e successivamente condiviso sui social network dai dipendenti della polizia di New York.

Gli agenti della polizia di New York hanno salvato i cuccioli dalla borsa.

“Per favore aiutatemi”, sono le parole che si sentono pronunciare una donna all’inizio del video della polizia di New York. Poi uno degli agenti, la cui telecamera ha registrato l’intero processo, usa un coltello per tagliare il nastro con cui il proprietario teneva la borsa sigillato. Un passante ha gridato disperato: “Per favore, portateli fuori”.

Non appena la borsa fu aperta, uno dei cuccioli si lanciò per mettere fuori la testa. L’ufficiale responsabile dell’operazione di salvataggio ha detto: “Sono coperti di sudore. Porteremo via questi cani da qui. Fa molto caldo”.

Una volta che il buco fu abbastanza grande, altri agenti si incaricarono di rimuovere il resto degli animali domestici dalla borsa. Si sente uno degli uomini in uniforme dire: “Questi cani avrebbero potuto morire in 5 minuti”.

READ  Un gatto perso a New York è tornato a casa e ha suonato il campanello, e ora è diventato virale

La storia ha preso una piega inaspettata quando uno degli agenti di polizia presenti ha affermato che la proprietaria dell’animale voleva venderlo e per questo lo teneva in una borsa ben chiusa.

Gli agenti in uniforme hanno raffreddato i cuccioli con un po’ d’acqua.

“Uno, due, tre, quattro, cinque, questo non sta andando bene. “Penso che questo abbia bisogno di acqua”, furono le parole di un ufficiale pochi istanti prima di dare da bere ai cuccioli. Uno di loro sembrava disperato nel voler prendere il fluido vitale le mani dei soccorritori.

“Fortunatamente, i cuccioli sconvolti sono stati salvati prima che fossero gravemente feriti”, hanno scritto i gestori dei social media della polizia di New York nella descrizione del post. S (in precedenza Twitter).

I seguaci del resoconto della Polizia di New York hanno ringraziato gli agenti per il loro lavoro e hanno condannato le azioni della donna, e alcuni si sono addirittura chiesti quali conseguenze e punizioni le avrebbero imposto.

Dopo l’operazione e accertandosi che le ferite degli animali domestici non rappresentassero un pericolo immediato per la loro salute, gli agenti li hanno trasferiti in ospedale Società americana per la prevenzione della crudeltà verso gli animali (ASPCA), dove hanno ricevuto le cure.

L’animale è stato ritrovato in tempo.

Lo ha dichiarato l’agente Glickman in un’intervista ai media locali Fox 5 New York Ha fatto del suo meglio per aprire la parte superiore della borsa, ma il compito era difficile e così ha fatto ricorso al coltello per liberare il resto dei cuccioli.

“Grazie alle azioni della polizia di New York, questi cuccioli sono stati rapidamente trasportati all’ASPCA, dove esperti veterinari stanno eseguendo test e fornendo loro le cure di cui hanno disperatamente bisogno”, ha detto un portavoce della polizia di New York. New York Post.

READ  Immagine conferma, semi di soia e prezzi | Il governo ha messo tutti gli strumenti politici per cercare di fermare la corrida

Secondo quanto riferito da postaLa donna, identificata come Shirley Medina, 44 anni, è stata ammanettata e accusata di sei capi d’imputazione di tortura e abbandono di animali, nonché di possesso criminale di un’arma.

Questa non è la prima volta che la donna commette un crimine, poiché la sua fedina penale include una rapina durante la quale lei e altre persone armate di coltelli hanno aggredito una persona nel 2019.