Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Aumento dei prezzi dell’energia: l’UE pensa di lavorare insieme | Europa | DW

Solo a settembre, i prezzi al consumo del gas naturale nell’Unione europea sono aumentati del 17%. Molte famiglie in questi giorni ricevono posta dai loro fornitori di servizi. Continuano a salire gli anticipi di gas ed elettricità. Il rapido sviluppo dei prezzi del gas e dell’elettricità nell’Unione europea non sorprende gli esperti. Dall’inizio dell’estate, è stato chiaro che l’aumento della domanda globale, la riduzione della produzione nei Paesi Bassi, gli impianti di stoccaggio semivuoti nell’Unione Europea e la riluttanza della Russia a fornire quantità maggiori faranno aumentare i prezzi.

Questo aumento sta gettando un’ombra sui portafogli dei consumatori e sulle casse delle aziende, motivo per cui molti ministri dell’UE sono preoccupati.

La Francia punta sulla sua soluzione

“Questi prezzi sono semplicemente insopportabili”, ha detto il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire in un incontro con i suoi omologhi in Lussemburgo. Le persone a basso reddito sono sottoposte a forte stress.

Pochi giorni fa, il deputato francese Pascal Canvin ha affermato che questo “potrebbe portare a un nuovo movimento dei gilet gialli”. Il movimento di protesta di massa è iniziato in Francia nel 2018 a causa delle tasse aggiuntive sul gasolio. Il ministro francese ei suoi omologhi di Spagna, Italia e Grecia hanno chiesto l’intervento dell’Unione europea. Spagna e Italia hanno già proposto di creare sussidi per le famiglie a basso reddito.

In risposta, la Francia potrebbe congelare i prezzi dell’energia fino alla prossima primavera. Non è stato chiaro alla riunione dei ministri delle finanze in Lussemburgo esattamente come avrebbe funzionato e chi alla fine avrebbe pagato gli assegni energetici per le famiglie a basso reddito. Alcuni paesi del sud comprano insieme il gas per tagliare i costi. Altri vogliono finanziare acquisti di energia o pagamenti di aiuti attraverso il bilancio dell’UE, forse anche prendendo in prestito nuovo debito.

READ  Le vendite di posti a sedere crescono del 23% nei primi quattro mesi dell'anno

I diplomatici dell’UE degli Stati membri del nord sono riluttanti a fare lo stesso. La Germania, che ha il più grande mercato del gas in Europa, probabilmente aspetterà e deciderà.

Gli impianti di stoccaggio del gas naturale, come qui a Rehden (Bassa Sassonia), nell’UE non sono completamente pieni: l’elevata domanda fa salire i prezzi.

L’Unione Europea prepara gli strumenti

Il commissario all’Economia, Paolo Gentiloni, ha annunciato la volontà della Commissione dell’Unione Europea di presentare la prossima settimana una “cassetta degli attrezzi” con varie misure. Ciò includerà l’acquisto e la costituzione di riserve comuni di gas. Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha affermato che la domanda globale è in aumento, ma l’offerta globale no. “Siamo grati che la Norvegia voglia aumentare la sua produzione, ma questo non sembra essere il caso in Russia”, ha criticato von der Leyen.

Hohenhameln, Germania: Centrale elettrica a carbone e turbina eolica.

Le centrali a carbone vengono sostituite da centrali a gas: la transizione energetica fa salire i prezzi.

La Russia può risparmiare di più

Gazprom è il più grande fornitore di gas dell’Unione Europea, con il 37% del volume di gas importato. Secondo i fornitori tedeschi, la società statale russa sta adempiendo ai suoi contratti di fornitura, ma al momento non sembra disposta ad aumentare i volumi di consegna. La Russia potrebbe esercitare pressioni per dimostrare quanto l’UE sia dipendente dal paese. Tuttavia, i diplomatici dell’UE non sono sicuri che sia così.

Domenica, un portavoce del Cremlino ha contraddetto le considerazioni europee sulla politica di esportazione della Russia: “Gazprom è pronta a continuare a firmare contratti? Gazprom è interessata. Perché i nostri consumatori in Europa sono i nostri partner più importanti”, ha detto Dmitry Peskov alla televisione di stato russa.

READ  Patto di stabilità: Bruxelles esclude la richiesta di drastici tagli del debito dopo la pandemia | Economia

(rispettore/i)