Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Artisti di fama mondiale parteciperanno al 1° Summit Vitay in Vaticano

Il famoso attore Denzel Washington, il tenore italiano Andrea Bocelli e la stilista Eva Cavalli sono alcuni degli artisti che si ritroveranno in Vaticano da domani fino al 1 settembre al Summit Vitae 2022 inaugurale, che vedrà la partecipazione di Papa Francesco. .

Vaticano

La prima edizione di Vertice Vitay Si svolge da mercoledì 31 agosto a giovedì 1 settembre a Cassina Pio IV in Vaticano. È un Incontro che cerca di impegnarsi, con Papa Francesco, a comprendere come le arti, i media e lo spettacolo possano promuovere il bene comune e accrescere la cultura dell’incontro, seguendo le parole di Francesco sugli artisti che li hanno definiti. La bellezza è “testimoni di speranza per tutta l’umanità”.

Per gli organizzatori, in un mondo, anche sociale, in cui i messaggi negativi promuovono odio e frustrazione, gli artisti hanno la responsabilità di elevare la cultura e questo è ciò a cui aspira il Vitae Summit, afferma un comunicato inviato a Vatican News. Sottolineano che la bellezza è “una forza molto potente. Può portare guarigione all’anima, riconciliazione nelle relazioni e rinnovata speranza di fronte alle sfide”.

Sono presenti molti artisti

L’evento di due giorni sarà caratterizzato da discussioni e scambi di esperienze, alla ricerca di messaggi che “ispirino, stimolino il pensiero e indirizzino le persone verso contenuti di importanza critica”. All’evento saranno presenti molti big: dall’attore americano Denzel Washington al tenore italiano Andrea Bocelli, dalla stilista Eva Cavalli agli attori britannici Jessica e David Oyelowo, dal regista americano Isaac Chung alla cantante canadese Alicia Cara.

Speranza per il futuro

“Siamo ottimisti ed entusiasti della grande risposta di vari artisti per questo primo vertice 2022. Siamo molto grati per il sostegno e la partecipazione di Papa Francesco. Ora abbiamo una grande sfida, la speranza, l’unità e il bene comune sono i veicoli per le arti per avere un impatto positivo sul cuore e sulla mente”, ha commentato Luis Quinelli, presidente e fondatore di Vitae Global, organizzazione no-profit formata da numerosi artisti, CEO e leader globali, con la missione di trasmettere valori globali attraverso arti, media e intrattenimento. Negli ultimi anni, con il supporto di artisti, organizzazioni e leader globali di fama mondiale, l’organizzazione ha lanciato molti progetti e iniziative culturali che hanno avuto un impatto positivo su centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo, unendo le persone e abbracciando le differenze . e combattere la polarizzazione e l’odio che minacciano la società odierna. Dopo il Vertice Vaticano, altre iniziative sono state programmate in città come Londra, Città del Messico e Los Angeles.