Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Approvato l’Accordo di associazione spagnola 2021-2027 per ricevere 36.682 milioni di euro di fondi europei

In questo modo la Spagna ottiene stanziamenti finanziari dagli aiuti dell’Unione Europea, aggiungendo il toolkit, per un importo di 36.682 milioni di euro. Un accordo complementare agli obiettivi e ai traguardi elencati in Piano per la ripresa, la trasformazione e la resilienza (PRTR)che sta guidando la trasformazione del modello produttivo del Paese.

Dei 36.682 milioni di euro, 35.562 milioni corrispondono ai fondi della politica di coesione dell’UE, con la Spagna il terzo maggior beneficiario nel periodo 2021-2027, dietro solo a Polonia e Italia. Tale importo è suddiviso in 23.397 milioni di euro da FESR, 11.296 milioni da FSE+ e 869 milioni da FTJ. A queste somme vanno aggiunti i 1.120 milioni di euro assegnati alla Spagna per FEMPA.

Investimento 2021-2027

L’accordo di partnership nel suo complesso rappresenta un investimento complessivo di 59.722 milioni di euro. I fondi totali inclusi nell’accordo rappresentano un aumento del 15% rispetto a quelli ottenuti nel periodo 2014-2020.

Questo investimento è organizzato intorno a cinque aree politiche principali, in cui il sostegno alla ricerca e alla digitalizzazione, il sostegno alle PMI, l’efficienza energetica, la trasformazione verde e gli investimenti di natura sociale sono particolarmente rilevanti:

  • L’Obiettivo politico 1 riceverebbe circa 8.300 milioni di euro di aiuti europei per promuovere la ricerca, sostenere le imprese e favorire la digitalizzazione della nostra economia.
  • L’obiettivo politico 2 stanzia oltre 9.900 milioni di euro per migliorare l’efficienza energetica, la diffusione delle energie rinnovabili, le misure di adattamento ai cambiamenti climatici, l’attuazione del modello di economia circolare e l’attenzione alla biodiversità.
  • L’obiettivo politico 3 prevede una sovvenzione di 1.200 milioni di euro, incentrata sullo sviluppo dei corridoi ferroviari, sulla garanzia dell’accesso ferroviario ai porti di interesse pubblico e sul sostegno all’uso di veicoli puliti e al miglioramento del servizio di trasporto pubblico.
  • All’interno dell’Obiettivo Politico 4, l’investimento sociale riveste particolare importanza nel periodo attuale, con attenzione all’occupazione, all’istruzione, alla formazione professionale, all’inclusione, alla lotta alla povertà e alla povertà infantile. Ciò si traduce in 12.300 milioni di euro in assistenza alla coesione sociale nell’ambito del programma operativo IV.
  • Infine, l’Obiettivo programmatico 5 prevede il finanziamento europeo di azioni di sviluppo urbano ed extraurbano attraverso la progettazione di programmi integrati di investimento, per oltre 2100 milioni.
READ  Eurostat conferma che la Spagna è ancora tra le grandi economie europee che subiscono il minor stress finanziario

Milioni di euro per ogni obiettivo e fondo

Il risultato di tutto quanto sopra è questo accordo di partnership, che promuove la trasformazione del modello produttivo, avviato con il piano di ripresa, verso un’economia moderna, competitiva, sostenibile, rispettosa delle risorse e climaticamente neutra. Inoltre, lavorerà per fornire una rete di sostegno e protezione alle famiglie e al tessuto produttivo più vulnerabili.

Come ha spiegato in Parlamento il ministro delle finanze e della funzione pubblica, María Jesús Montero, visti i dubbi sollevati dall’opposizione riguardo a questo accordo, il governo ha mantenuto contatti permanenti con la Commissione europea per coordinare i progetti da finanziare con i fondi di coesione. . Il ministro ha fatto riferimento ad alcuni colloqui avvenuti nei tempi fissati da Bruxelles. Ciò indica che i fondi di coesione erano a rischio in qualsiasi momento.

prossimi passi

E sulla base delle linee strategiche definite nell’accordo, si prevede a breve l’approvazione dei programmi finanziati da tali fondi, con l’individuazione delle tipologie di azioni finanziabili, secondo la seguente struttura:

  • La Federazione Federale riceverà una dotazione complessiva di 23.397 milioni di euro distribuiti su 19 programmi regionali e multiregionali.
  • FSE, 11.296 milioni di euro, suddivisi in 19 programmi regionali e 4 multiregionali: il Programma multiregionale per l’occupazione, la formazione professionale e l’istruzione in Spagna, il Programma multiregionale per l’occupazione giovanile; Il Programma multiregionale per l’inclusione, la lotta alla povertà e alla povertà infantile e il Programma multiregionale per la deprivazione materiale.
  • Da parte loro, FEMPA, con 1.120 milioni, e FTJ, con 869 milioni, avranno ciascuna un programma multiregionale.