Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Animali e mitologia, fonti di fascino e curiosità

Il mondo animale ha sempre destato un grande interesse tra gli esseri umani: non solo tra gli studiosi, ma anche nel resto della popolazione. Gli animali, pur essendo per molti aspetti simili a noi, hanno spesso modi di comunicare e di relazionarsi ai loro simili davvero sorprendenti e particolari, tanto da lasciarci pieni di stupore e meraviglia. Se il mondo animale ci affascina già così tanto, a farlo ancor di più è la mitologia, soprattutto in relazione agli animali. Quali sono alcuni dei più noti e dove risiede la loro origine?

Thunderbird, l’uccello del tuono

Conosciuto soprattutto come Thunderbird, l’uccello del tuono è un animale fantastico che ricorda molto un’enorme aquila, dotata però di tre paia di ali e due code. La sua principale caratteristica è quella di essere in grado di generare delle tempeste battendo semplicemente le ali. Per quanto sia oggi conosciuto soprattutto grazie al film del 2016 “Animali fantastici e dove trovarli”, l’uccello del tuono è in realtà noto in tutto il Midwest, dove è considerato un simbolo di integrità e un animale portatore di cambiamento. È infatti di ispirazione nativo americana anche la slot Thunderbird di NetBet casinò, in cui abbiamo come protagonista proprio questo animale mitologico, oltre a simboli come maschere, totem, spiriti e altri elementi relativi alla cultura sciamanica.

L’Araba Fenice

Uno degli animali mitologici più conosciuti è probabilmente l’Araba Fenice, uccello che rinasce dalle proprie ceneri dopo essere morto, simbolo di resilienza e di forza. La fenice è un animale mitologico dalle origini davvero antiche: come spiegato su GreenMe, questa era conosciuta e rappresentata già dagli Antichi Egizi, anche se come un airone o un passero che risorgeva dall’acqua piuttosto che dal fuoco. L’idea che la fenice rinasca dalle sue ceneri attraverso le fiamme è invece da attribuirsi ai Greci, che erano soliti raffigurarla come una grande aquila, sui toni dell’oro, del rosso o dell’azzurro. Oltre ad essere un importante simbolo di trasformazione, secondo il mito, la fenice aveva anche importanti proprietà curative: con le sue lacrime, infatti, era in grado di curare qualsiasi ferita, oltre a essere lei stessa quasi indistruttibile, potendo resistere alla potenza del fuoco.

READ  Italia: le elezioni comunali potrebbero cambiare la leadership del diritto di voto oggi e domani in 1.348 circoscrizioni del Paese

L’unicorno

Proprio come la fenice, anche l’unicorno è uno degli animali mitologici più conosciuti, soprattutto grazie agli infiniti modi in cui è stato rappresentato nei prodotti di intrattenimento. Secondo il mito, l’unicorno poteva essere addomesticato solo da una ragazza vergine, ed era per questo considerato simbolo di purezza. Secondo alcuni, inoltre, se il suo corno fosse stato rimosso, l’animale sarebbe morto. Per altri invece, come spiegato su Miti e Misteri, il corno di questo animale mitologico era in grado di neutralizzare i veleni. Per molto tempo, l’esistenza degli unicorni non venne esclusa, tanto che molti continuarono ad andare alla ricerca, compresi molti viaggiatori in Oriente. Più di recente, invece, è stato definitivamente tolto dall’elenco degli animali esistenti.

Se il mondo animale è così interessante per gli esseri umani, ancor di più lo è quello degli animali mitologici, soprattutto dei più misteriosi.