Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Alberto Fernandez e Julian Dominguez hanno incontrato uomini d’affari del settore vinicolo e illustri cantine argentine.

Il presidente della nazione, Alberto Fernandez, insieme al ministro dell’agricoltura, dell’allevamento e della pesca, Julian Dominguez, ha guidato un incontro con gli imprenditori del settore vinicolo che si è svolto presso la Government House.

Oggi è il momento per tutti noi di stare insieme, di sederci insieme allo stesso tavolo, discutere le differenze e cercare di concordare quante più cose possibili per aprire le porte e andare avanti”, ha affermato il presidente della nazione, Alberto Fernandez, oggi. A Casa Rosada ha presieduto l’avvio del progetto di sviluppo sostenibile della filiera del vino, approvato dal Consiglio Economico e Sociale.

Il presidente, che era accompagnato dal ministro dell’agricoltura, dell’allevamento e della pesca, Julian Dominguez e dal ministro degli affari strategici, Gustavo Pelez, ha definito molto importante che otto cantine argentine siano tra le prime 100 al mondo perché “questo è anni di attività e il vino è un vero prodotto nazionale”.

“L’industria del vino è molto importante perché aiuta le regioni a svilupparsi in un momento in cui dobbiamo spostare tutto dopo tutto ciò che abbiamo sofferto per l’epidemia”, ha affermato il presidente.

Nel frattempo, il ministro Julian Dominguez ha affermato che “questa è una testimonianza di ciò che stanno facendo i produttori argentini” e ha sottolineato che “la produzione di vino argentino è stata e rimane una delle attività agroindustriali più importanti del nostro paese. Comprendiamo e ci impegniamo per valore strategico di questa economia regionale”.

“Tutto è davanti a noi”, ha continuato Julian Dominguez, che ha anche notato che “il mondo è il nostro palcoscenico” e ha chiesto “combattiamo per conquistare più mercati e perché in quei luoghi in cui siamo, moltiplichiamo la nostra presenza”.

READ  Se hai intenzione di pagare più di 1.000 euro in Spagna, avrai bisogno della carta

A sua volta, il ministro Gustavo Pelez si aspettava “l’avvio di un progetto di sviluppo sostenibile per la filiera del vino II con il ministro Dominguez, che prevede il lavoro congiunto di tutti i settori dell’industria del vino, dei lavoratori, delle imprese e della società civile”.

Durante l’evento presso la Sala dei Popoli Indigeni, le cantine premiate hanno partecipato al concorso “World’s Best Vineyard 2021”, dove l’azienda argentina della famiglia Zuccardi è stata nominata migliore azienda vinicola e uva del mondo.

All’incontro ha partecipato anche il ministro Juan Zabaleta (Sviluppo sociale). il rappresentante della Banca Interamericana di Sviluppo (IDB) in Argentina, José Agustin Aguerre; Consulenti ESC, manager delle più importanti cantine argentine.

Infine, il presidente dell’Istituto nazionale dei vigneti (INV), Martin Hinojosa, ha dichiarato: “Questo riconoscimento parla di quanto bene abbiamo fatto le cose e di come abbiamo lavorato insieme tra il settore privato e il settore pubblico nel corso degli anni.

I migliori vigneti del mondo hanno premiato otto cantine argentine

Le giurie hanno selezionato tra più di 1.500 istituzioni, di cui sono state prese in considerazione le prime 100.

In questo quadro, Familia Zuccardi è stata nominata prima in Sud America e nel mondo da una giuria di quasi 600 referenze internazionali che ha selezionato i vincitori tra più di 1.500 istituzioni.

Katina Zapata compare anche nella classifica delle 10 migliori cantine al mondo, al settimo posto. Tra i primi 50 ripetizioni ci sono più rappresentanti argentini: Trapiche a 18, El Enemigo a 24, Salta Colomé a 35 e Super Uco a 42. Poi sono stati seguiti a 53 da El Esteco e El 67 Salentein.

READ  Questo è il programma, giorno dopo giorno

Coltivazione dei vigneti per numeri

L’Argentina ha 215.169 ettari piantati in 18 province. A livello statale sono 23.782 i vigneti in produzione. In totale, ci sono più di 16.484 prodotti.

Secondo i dati registrati con INV, entro il 2020, ci sono più di 1.237 aziende vinicole nel paese. Si stima che questo settore fornisca direttamente 146.000 posti di lavoro e più di 240.000 posti di lavoro indiretti. Il 75% della produzione vinicola viene venduta sul mercato nazionale, mentre il restante 25% viene ceduto al mercato estero.

Nel 2020, il nostro Paese ha esportato vino frazionato in 125 Paesi con oltre 1 miliardo di dollari.

A livello mondiale, l’Argentina si è posizionata nel corso del 2020 come il quinto paese produttore di vino dopo Italia, Francia, Spagna e Stati Uniti. È l’ottavo paese produttore di uva ed è tra i dieci paesi che consumano la maggior quantità di vino. Nella classifica mondiale dei paesi esportatori è l’ottavo esportatore mondiale di vino frazionato, il sesto di vini sfusi, ed è il primo esportatore e produttore di formaggio bianco concentrato al mondo.