Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Accusano Lacale Po di aver consentito, in mezzo a una pandemia, a un medico argentino di entrare per una cura dei capelli | scandalo in urugua

Il Presidente dell’UruguayE il Louis Lacalle Bo lei era Accusato Consentendo l’ingresso di un medico argentino specializzato nel paese vicino trattamenti per capelli Per un appuntamento speciale a giugno 2021, quando prima le frontiere erano chiuse Pandemia di coronavirus C’erano eccezioni solo in casi di giustificazione urgente.

Il presidente dell’Uruguay è stato coinvolto in uno scandalo questa settimana dopo il portale dell’Uruguay sud-est Lo posterò Bruno Zeffermannil capo di diverse cliniche per la cura dei capelli con il marchio Capilea Internacional, ha ottenuto il permesso di visitare il paese vicino a metà dello scorso anno Con decreto del governo.

Data La visita di Szyferman ha coinciso con una consultazione con il presidente Lacalle Pou sul suo trattamento presso la sede dell’azienda in Uruguay. Ha suscitato polemiche sui social. Dobbiamo ricordare che, a causa dell’epidemiaE il Varie attività ed eventi sociali sono soggetti a restrizioni Al fine di mantenere la sicurezza sanitaria e prevenire ulteriori infezioni. Nel periodo di chiusura delle frontiere, si sono verificati casi eccezionali di autorizzazione all’ingresso di determinate persone o istituzioni. Ad esempio, per motivi di salute, commerciali, di affari o addirittura sportivi.

Il governo uruguaiano si è difeso da queste accuse

Sulla scia dello scandalo, il Segretario della Presidenza Alvaro DelgadoLo ammetto Fu lui a firmare il decreto Che ha permesso al medico argentino di entrare in Uruguay con una chiusura totale dei confini a causa dell’epidemia. però, Ha sottolineato che la sua visita “non ha nulla a che fare con l’interferenza del presidente”..

Smettiamola di glorificare la politica. Siamo seri su questoIl funzionario è stato licenziato quando è stato consultato sulla controversia in una recente conferenza stampa. C’era un dottore che ha chiarito che sarebbe venuto come investitore In materia di MLM, multinazionale, In questo contesto, è venuto e l’ha autorizzata. L’argentino è venuto, facendo le sue carte, come proprietario di un immobile, di un albergo, di un ente o di una società, si presenta alla riunione del consiglio. Con le precauzioni sanitarie, in questo caso è abilitato.

D’altra parte, sano Ha dichiarato di non aver fatto eccezioni per consentire al medico argentino di entrare nel suo PaeseHa specificato che sono state prese in totale 394 decisioni per consentire a circa 30.000 stranieri di entrare in Uruguay durante la pandemia.

Il DPR SP/940 del 21 giugno scorso consente “l’ingresso straordinario nel nostro Paese per motivi di urgenza e urgenza, che si intendono giustificati”. Tuttavia, coloro che hanno denunciato la violazione delle norme hanno insistito sul fatto che le norme allora vigenti stabilissero che il decreto di eccezione doveva dettagliare le “ragioni di fatto e di diritto” per le quali l’eccezione era stata autorizzata.

Il medico argentino ha negato di aver curato Lacal Bo.

In questo contesto, Bruno Sisevermann ha sostenuto la versione del governo uruguaiano e ha affermato di non essere stato lui a frequentare il presidente Luis Lacal Pou al suo appuntamento medico per il trattamento dei capelli presso la clinica di Montevideo.

“Nel mio ruolo di manager internazionale, devo assistere, coordinare e visitare i vari uffici di Capilea, compreso l’ufficio dell’Uruguay. Non fornisco assistenza medica al di fuori del mio paese oltre a fornire consulenza medica”, ha affermato in una lettera pubblicata dal giornalista Leonardo Sarro.

“Per quanto riguarda il trapianto di capelli per il Presidente dell’Uruguay, in qualità di direttore globale di Capilea, so che è stato eseguito con il direttore medico di Capilea Uruguay, il dott. Gabriella Novello“, preciso.

Questo è quanto ha recentemente confermato Novello. Il medico uruguaiano che ha eseguito l’intervento ha spiegato ai media locali che il presidente ha subito due interventi sui capelli, uno nell’ottobre 2020 e l’altro nel giugno dello scorso anno, e che ha frequentato l’istituto per diverse consultazioni prima e dopo il trattamento.

“È venuto alla consultazione come un altro paziente”, ha aggiunto. Novello ha ammesso che la visita di Szifferman in Uruguay ha coinciso con l’intervento del presidente, ma non ha interferito nel processo. lo ha confermato L’argentino ha viaggiato “tutto per questioni di lavoro”.

continua a leggere:

READ  Jujuy Jiménez si è unito alla furia neon microbikini