Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

50 Successivo: Dalla macchina per torte 3D a oggi Macchina per il caffè Hole: questi sono i prossimi grandi talenti della gastronomia globale | stile di vita

Una rivoluzionaria pasticcera ucraina con le sue torte 3D JD Casco; Jessica Naomi Fung, sostenitrice dell’agricoltura verticale a Hong Kong; il sudafricano Mapathu Mulevi, che impiega donne nel suo ristorante e promuove la cucina zulù; Lefteris Arapakis, il pescatore che combatte l’inquinamento del mare in Grecia… Questi alcuni tratti della seconda edizione di 50 AvantiElenco di giovani talenti creato da I primi 50 al mondo In collaborazione con l’Università di Gastroenterologia Centro culinario basco. La New Fifty Generation, uomini e donne dai 22 ai 37 anni, sono imprenditori pratici, creativi e socialmente impegnati che infrangono le barriere di genere, si prendono cura del pianeta e trattano il cibo come una questione multidisciplinare più gratificante che divertente. Sono leader nella produzione, nella tecnologia, nell’istruzione, nelle industrie creative, nella scienza, nell’ospitalità e nell’attivismo, le sette categorie di questo elenco internazionale che illustrano coloro che cucinano il futuro della gastronomia.

A Bilbao, la classe 2021 di 50 membri Next, che non hanno potuto sperimentare di persona il riconoscimento a causa della pandemia, ha incontrato venerdì i campioni del roster 2022. E Dominique Crane, membri dell’International Council of the Basque Culinary Center (BCC), ha lodato una nuova generazione, di diversi continenti, che dà al mondo gastronomico ottimismo di fronte alle crisi, resilienza e azione di fronte alle avversità. Nei prossimi 50 2022 ci sarà una maggioranza di donne. “Il talento femminile costituisce oltre il 50% del roster e non solo si distingue nella sezione dell’imprenditorialità, ma costituisce il focus occasionale della 22a categoria. La gastronomia, in quanto fenomeno diversificato, è fatta di prospettive e sensibilità diverse. Il futuro di questo settore è assicurato grazie ai giovani che compongono questo elenco di settore”, afferma Goxe Marie Ezega, Direttore Generale dell’ACC.

READ  Bando per la Laurea Magistrale in Fisica Medica in Italia

50Next è un riferimento, un modello per molti. “Un senso di rappresentazione ci dà la capacità di sentire che apparteniamo a un gruppo o a un’idea e questo ci dà l’ispirazione per credere che i nostri sogni siano possibili”, sottolinea Zainab EL PAÍS zizi Hattab, chef ispano-marocchino (Blanes, 1989) ha influenzato la scena a Zurigo (Svizzera) con ristoranti vegetariani Totale S dare. “Tema un esempio Mi è particolarmente vicino”, continua, “perché faccio parte di una minoranza e so che la rappresentazione è essenziale per immaginare il proprio futuro”. Prendo molto sul serio essere un modello per la mia squadra, indipendentemente da sesso, età, razza o sessualità.” Scelto tra 50 audaci nel settore dell’ospitalità, questo ingegnere industriale diventato chef ha ricevuto una formazione di lusso in una cucina Josian AlijaE il fratelli rockE il Massimo BotturaE il Andrea Cammina S Enrico Olvera.

La rivoluzionaria pasticcera ucraina Dinara Kasko con le sue torte 3D.Per gentile concessione di DINARA KASKO

“La gastronomia sta cambiando drasticamente e chi non vuole vederla coglierà di sorpresa questi cambiamenti. Io e il mio team ci concentriamo sull’avere un impatto positivo sul pianeta e sulle persone offrendo un’esperienza familiare, generando dialoghi, suscitando curiosità e mettendo in discussione la situazione attuale”, Questo ci dice il paladino di una cucina green che lavora con agricoltori disposti a sacrificare i profitti per portare beneficio all’ecosistema che ci circonda. Zizi Hattab è sicuro che la tendenza si chiami a base vegetale, Con le verdure protagoniste, questa è la strada da seguire: “Senza un cambiamento radicale nei nostri consumi, è in gioco il futuro della biodiversità e della salute. La cucina vegetariana è ciò che può darci un futuro migliore”. “Quando le persone si uniscono con lo stesso obiettivo e una visione chiara, è possibile generare un’ondata di influenza che genera risonanza”, aggiunge.

READ  Tre film in streaming per un weekend ricco di azione, fantascienza e tecnologia

Molte delle iniziative nel seguente elenco di 50 hanno a che fare con la promozione dell’agricoltura e della sostenibilità, l’uso intelligente delle risorse, a volte in modo minimo, e la riduzione degli sprechi. Diversi esempi: il siriano Rahaf al-Yamuni trasforma i chicchi di datteri in caffè (caldo). mondo indiano Richa Jasmine Nathan Acqua pulita con bucce di frutta e verdura. attrice indonesiana Nadia Kusmaya Trasforma i rifiuti vegetali in tela.

Vari piatti dello chef marocchino-spagnolo Zizi Hattab (Blancs 1989).
Vari piatti dello chef marocchino-spagnolo Zizi Hattab (Blancs 1989).

I coloranti o la birra possono essere ottenuti dalle bucce delle fave di cacao. Questa è una delle attività svolte da un multidisciplinare Paolo Contreras Eseguito in Spagna. Quello che offre èQuinto cioccolato‘, a base di gomma di cacao, una novità aggiunta al cioccolato fondente, bianco, rosa e al latte. Mente diligente ricercatrice nella cucina del ristorante Ashurincollaboratore in MogaritzPastry Chef Revelation di Madrid Fusión, autore di podcast Orecchio… Paul Contreras è un consulente creativo che ha imparato alla Fondazione El Polly che “tutto è possibile, usando una metodologia come Sapiens”. [la usada por Ferran Adrià] È più facile essere disordinati”. Come i suoi colleghi di 50Next, è un ottimista: “Ci sarà sempre qualcuno che vorrà fare le cose bene, con amore e autenticità. Oggi, noi giovani tendiamo ad essere meno attaccati a tutto e questo ci rende più facile affrontare meglio l’incertezza”.

Tra gli imprenditori più esigenti, le opzioni vegetariane sono in prima linea nel cibo. Uno di questi è quello promosso da Nicola Kajuru, originario dello Zimbabwe e promotori Vegetariano africano con un budget limitato, Progetto multimediale per ricette accessibili. “Come africano, sono stato educato al concetto che la carne è sinonimo di ricchezza. Se non mangi carne, sei considerato povero e l’ironia è che la maggior parte delle persone, sia nelle aree rurali che urbane, non ha abbastanza soldi per comprarlo”, afferma Kajuru, che lavora con L’opzione vegetariana è altrettanto appassionato dei diritti della comunità LGBTQI+. Allo stesso modo Zacharia Gonzalez fa a New York, come “I prossimi 50 attivisti che aprono percorsi”.

Lo chef e attivista di origine cubana Zacarías González.
Lo chef e attivista di origine cubana Zacarías González.Per gentile concessione di Zaccaria Gonzalez

González si impegna a dare voce alle minoranze nel settore gastronomico e sostiene cibo stranoQuesta è l’affermazione generale delle comunità LGTBIQ+ nella gastronomia. “C’è sempre stato, ma ora è più visibile nei media e nei social network, dove le storie si condividono e si creano spazi nuovi e più equi nel settore. Uscire dall’armadio è una decisione personale, ognuno segue la sua scelta e ci sono molti chef che pubblicizzano la loro sessualità, ma ciò che conta Quando condividete l’intimità tra voi due sta trasformando la società e supportando e guidando gli altri”, dice via e-mail da Manhattan.

Zacharia Gonzalez, di origini cubane, è stato art director e consulente creativo per Vogue Italia e la National Gallery of Art di New York prima di intraprendere il suo progetto edizioniLavora come chef, barista e host per incontri ricreativi e senza scopo di lucro. contemporanei, dove usa “il potere del cibo per creare interazioni tra artisti del colore”. Aiuta i bisognosi a distribuire cibo attraverso la tua organizzazione aiuto e modifica torta calda, una pubblicazione semestrale dedicata a chef, professionisti del vino e produttori di razze e generi diversi che normalmente non compaiono nei libri di cucina o in altri media. “La visione è importante ma non è sufficiente. C’è ancora molto lavoro da fare per l’inclusione facilitando piattaforme, istruzione e opportunità di lavoro. Concentro il mio lavoro sul collegamento di coloro che sono stati emarginati o esclusi”.