Fano: operazione Prius, raffica di arresti per spaccio di droga

il particolare arredamenti
Biondi
rte
Biondi
Rosalba Cagli
Biondi
edil 4

Tra quelli in carcere un fanese, un lucreziano e un forsempronese. L’intera attività di indagine ha portato all’arresto di 14 persone e al sequestro di cocaina (350 grammi), marjuana, (un chilo), hashish (150 grammi), ecstasy (47 pillone), flaconi di medicinali dopanti, quasi 5.000 euro in contanti e alcuni pericolosi coltelli. Segnalate alla Prefettura 35 persone per il possesso di droga per uso personale 

Quattro persone in carcere con l’accusa di spaccio e tentata estorsione in concorso, nei confronti di clienti che non pagavano, più altre due agli arresti domiciliari per droga. Con l’operazione denominata Prius i carabinieri hanno chiuso il cerchio investigativo su un giro di cocaina e altri stupefacenti tra Fano e Fossombrone. Un’indagine che ha avuto tre fasi salienti negli ultimi due anni ed è culminata nel blitz all’alba di martedì scorso, quando sono stati impiegati 40 militi della compagnia fanese e due unità anti-droga, con i pastori tedeschi Anita e Yago, per eseguire le quattro ordinanze di custodia cautelare disposte da Giacomo Gasparini, Gip del Tribunale a Pesaro, e nove decreti di perquisizione. E proprio durante questi accertamenti altre due persone sono state arrestate in flagranza di reato per la detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Un barista fanese di 26 anni, origini sudamericane, è stato trovato in possesso di marijuana: ne aveva quasi un chilo. Arresto convalidato e domiciliari.

Nell’altro caso, che riguarda un forsempronese, sono state sequestrate diverse dosi di marijuana e 4 grammi di cocaina. Secondo gli inquirenti la droga era destinata allo spaccio. Per l’uomo, ora ai domiciliari, è previsto che l’udienza di convalida sia celebrata tra oggi o domani nel Tribunale di Urbino. Le quattro ordinanze di custodia riguardano invece un ventinovenne fanese, considerato il Prius del gruppo (conosciuto anche per la militanza di estrema destra), la sua compagna (che secondo gli inquirenti si occupava sia di consegnare la cocaina sia di recuperare i crediti) e due presunti complici: un lucreziano trentunenne e un ventitreenne di Fossombrone. Denunciati 11 piccoli spacciatori sparsi in vari Comuni della provincia, da Pesaro a Carpegna. I risultati dell’operazione Prius, che è stata coordinata dal pm Maria Letizia Fucci e che prende le mosse da precedenti indagini battezzate Pitbull e Circoli Viziosi, sono stati illustrati stamane nella caserma di Fano dal comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Luciano Ricciardi, dal maggiore Alfonso Falcucci, dal tenente Luigi Grella, dai luogotenenti Antonino Barrasso e Antonello Pannaccio. L’intera attività di indagine ha portato all’arresto di 14 persone e al sequestro di cocaina (350 grammi), marjuana, (un chilo), hashish (150 grammi), ecstasy (47 pillone), flaconi di medicinali dopanti, quasi 5.000 euro in contanti e alcuni pericolosi coltelli. Segnalate alla Prefettura 35 persone per il possesso di droga per uso personale.

ercolani
Frescina
Biondi
Bella Ischia
meme
original-ceramiche