Gioco d’azzardo, nei comuni Ats 6 e 7 è una vera tragedia sociale. A Fano bruciati in slot 12.022.101 con una spesa procapite  di 238 euro

Biondi
Biondi
edil 4
Rosalba Cagli
Biondi
il particolare arredamenti
rte

Nel 2018 nei comuni dell’ATS 6 e 7 si sono spesi in gioco d’azzardo  39.181.004 rispetto ai 17.798.000 del 2017 di cui 19.913.200 nel solo comune di Fano con una spesa procapite passata da 216 € (2018)  a 429 €  (2019).Nel solo comune di Fano in SLOT (VLT e AWP) sono stati spesi “bruciati”  12.022.101 con una spesa procapite  di 238 €.  (fonte https://www.agenziadoganemonopoli.gov.it). I dati elaborati durante lo stage di Alternanza scuola lavoro da due studentesse del Nolfi, Federica Antoniazzo e Caterina Secchiaroli della Classe 4 A,  dimostrano come la diffusione del  gioco d’azzardo in tutte le sue tipologie abbia raggiunto livelli preoccupanti, una vera piaga sociale. Anche i dati dell’AV1  confermano che l’accesso dell persone al Sert per GAP (gioco d’azzardo patologico) è passato da 41 del 2014 a 100 del 2018.

Mentre i numeri parlano chiaro, le misure di contrasto restano nebulose e non sufficientemente incisive per limitare il gioco d’azzardo. La Cisl di Fano  chiede ai  sindaci quali  dei due ambiti territoriali sociali di

  • adottare immediatamente il dispositivo ( basta una semplice determina) che interrompe le slot dalle 12 alle 14 e dalle 18 alle 20 come fatto dal comune di Bergamo e da altri comuni italiani.
  • Definire regolamenti uniformi nei comuni dell’ATS 6 e 7 per contrastare l diffusione delle slot sale gioco e rivendite.
  • Predisporre una costante e incisiva campagna di informazione rivolta ai cittadini per educare a comportamenti ludici.
  • Rafforzare i controlli nelle sale slot e sale gioco al fine di verificare l’età dei giocatori al loro interno.

 

Abbiano coraggio i Sindaci perché la situazione è drammatica!

 Giovanni Giovanelli - Cisl Fano

 

original-ceramiche
meme
ercolani
Bella Ischia
Frescina
Biondi