Enti locali, Gostoli (PD Marche): “Governo aumenti budget per fusioni, altrimenti sit-in dei Comuni a Roma”

rte
Rosalba Cagli
il particolare arredamenti
Biondi
Biondi
Biondi
edil 4

È di poco fa il comunicato stampa di Giovanni Gostoli, segretario del Pd Marche, circa la bocciatura da parte del governo sulla proposta di aumentare il budget per le fusioni dei Comuni.

Il governo Salvini e Di Maio ha bocciato la proposta del Partito democratico di aumentare il budget per le fusioni dei Comuni scegliendo così di tagliare le risorse alle realtà che hanno già intrapreso la scelta coraggiosa, libera e lungimirante di unirsi per dare vita a comuni più grandi”.

Lo afferma il segretario del Pd Marche Giovanni Gostoli. Un’ingiustizia – afferma – che colpisce anche realtà delle Marche: Trecastelli (Ancona), Vallefoglia, Colli al Metauro, Terre Roveresche e Sassocorvaro Auditore (Pesaro Urbino), Valfornace e l’incorporazione di Fiastra (Macerata)”. “Aumentando le fusioni – spiega Gostoli – occorre incrementare pure le risorse: è questo il senso della proposta. Altrimenti faremo sentire la voce dei comuni contro una scelta miope promuovendo un sit-in a Roma davanti Montecitorio”. “Grazie ai governi del Pd nelle precedenti legislature – aggiunge il segretario del Pd Marche – si è invertito un trend storico di tagli ai Comuni e abbiamo sbloccato risorse molto utili per gli investimenti, soprattutto in un periodo di crisi economica, che hanno contribuito ad aprire tanti cantieri nelle città. Inoltre, abbiamo messo in campo incentivi economici importanti per quei Comuni che liberamente volevano intraprendere il percorso di fusione. Una scelta che ha funzionato perchè per la prima volta dal 1961 i Comuni italiani sono scesi sotto quota 8 mila. Dall’ultima legge di bilancio in poi – osserva Gostoli – il Pd ha proposto al governo di  incrementare il budget di 35 milioni, la cifra che servirebbe per garantire a tutti il contributo a cui hanno diritto. Il governo Lega e M5s ha sempre bocciato la proposta”.

Ora, come avevamo previsto i Comuni fusi avranno una pesante ‘batosta’ – attacca Gostoli – è un contributo economico molto diverso da quello promesso e sul quale, tra l’altro, i cittadini si sono espressi con un referendum. Noi vogliamo modernizzare il sistema di governo degli enti locali, siamo convinti che una nuova architettura istituzionale più efficiente, con una riforma dal basso, sia utile per la crescita economica e il miglioramento della qualità della vita per i cittadini. Siamo di fronte a un bivio: -conclude – continuare nella strada del cambiamento oppure tornare indietro. Cosi facendo Lega e M5s anzichè andare avanti riportano indietro le lancette del Paese”.

Bella Ischia
ercolani
meme
original-ceramiche
Frescina
Biondi