Teatro Instabile Rurale, lo scopriamo a Cagli domani (27 giugno). Travalica le barriere culturali, gioca e supera i pregiudizi

Biondi
il particolare arredamenti
rte
edil 4
Biondi
Rosalba Cagli
Biondi

Un Tir carico di benessere è in viaggio per monti e colline. E’ il Teatro Instabile Rurale ed è il teatro che tutti possono fare. Travalica le barriere culturali, gioca e supera i pregiudizi, coinvolge chi ha un handicap psico fisico o vive un disagio psichico e socio esistenziale. Insomma propone un percorso artistico di alta valenza educativa e pedagogica dove si parla di ambiente, d’arte, di pace, di cibo e di biodiversità, dove tutti, e con talento, sotto la bandiera della solidarietà omaggiano ed affrontano i temi della bella cultura rurale. Il progetto non è nato a caso. Punta a creare un dialogo dove chi partecipa racconta le sue storie, il suo vissuto e a creare una rete per favorire il concetto di cittadinanza e di inclusione sociale. E’ stato approvato a settembre 2018 dalla Regione Marche che lo ha sostenuto con un finanziamento di 95 mila euro incluso il cofinanziamento di 28mila euro dalle associazioni e dagli enti coinvolti. Arriverà a conclusione a dicembre 2019 e giovedì 27 giugno, alle 18, nel teatro di Cagli,  si racconta alle istituzioni, a chi ha finora partecipato, al grande pubblico. Una riunione plenaria provocata dal fatto che – veramente – ha  “troppo” da raccontare.

Ad esempio che il successo dei 7 laboratori approvati dalla Regione Marche, è stato tale che sono diventati da subito 12 e applicata si sono disseminati in un modo capillare . Le associazioni “Il Vascello”, Amicizia e Solidarietà e l’Auser, ne animano 5 a Fermignano, Frontone e Cagli mentre l’associazione “Papaveri e Papere” ne anima 7 a Fabriano. Che i percorsi e le attività dei laboratori sono stati così vissuti che sono diventati spettacoli, Performance che hanno fatto da nesso tra i palcoscenici e creato una rete “reale” tra i teatri di Cagli, Fermignano, Cantiano, Apecchio, Frontone, Acqualagna, Arcevia coinvolgendo addirittura tutti anche gli assessorati alla cultura quando si è trattato di inserirli nei programmi degli eventi dei comuni. Ma più di tutto che le attività del Tir hanno coinvolto fino adesso, in soli nove mesi 30 ragazzi dagli 11 ai 13 anni, 50 adolescenti dai 14 ai 18 anni, 20 giovani dai 18 ai 29 anni, 20 over 65, 18 famiglie, 5 migranti, 10 persone in difficoltà economiche e 50 disabili fisici, psichici e sensoriali. Trascinato genitori, amici e parenti e impegnato oltre 60 persone tra cui 39 operatori che hanno più di  mille ore.

Il progetto è stato così valido ed efficace che. ad ottobre, Cagli, ospiterà una vera e propria rassegna per divertire ed un convegno per ragionare sul tema del Teatro Sociale. Il progetto inoltre è stato anche la base per un corso di  formazione sui temi dell’animazione, dell’organizzazione dei laboratori di teatro sociale, della sua direzione e degli spettacoli dal vivo ed è  in corso la realizzazione di un documentario sull’esperienza del Tir. L’ente capofila del progetto TIR è l’Associazione di Volontariato “Il Vascello di Fermignano”, partner “Amicizia e Solidarietà” di Frontone, l’Auser di Cagli, le associazioni culturali con competenze teatrali sono “Papaveri e Papere” e “Luoghi Comuni di Cagli”, partecipano i Comuni di Fermignano, Cagli, Cantiano, Apecchio, Frontone, Acqualagna, Arcevia, Sassoferrato e Fabriano. Curatore artistico, supervisore del metodo, il Teatro di Cagli.  Teatro Instabile Rurale ha il sostegno del dipartimento “Contrasto alla violenza di genere e Terzo Settore” ed è stato finanziato nell’ambito del bando: “Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazione di promozione sociale in accordo Stato-Regione Marche 29.12.2017 – ART. 72 D.Lgs. 03 LUGLIO 2017, N. 117 – Codice del Terzo Settore.  DGR n. 446/2018: Approvazione graduatorie Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza, regionale promossi da Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Promozione Sociale – DDPF n. 47 del 07/05/2018 –

I laboratori teatrali coinvolti nel Teatro Instabile Rurale sono:

  1. Soc. Labirinto – Centro Diurno L’Albero delle Storie – Cagli
  2. Soc. Utopia – Comunità residenziale per minori con problemi di salute mentale – Cagli
  3. ATS 3 e Coop.Soc. De Rerum Natura/ Coop. Soc. Labirinto – Progetto Sollievo per la Salute mentale – Cagli
  4. Associazioni: Amicizia e Solidarietà ed Auser – Centro di animazione giovanile – Frontone
  5. Associazione Luoghi Comuni – Laboratorio di Teatro Sociale per genitori, educatori, operatori – Fermignano
  6. Liceo artisco Mannucci – Laboratorio Teatro Sociale – Fabriano
  7. Scuola Media Marco Polo – Laboratorio Teatro Giovane – Fabriano
  8. Comunità di Capodarco – Comunità La Buonanovella – Centro Residenziale per persone con disabiltà psico fisica – Fabriano
  9. Consorzio Coser Fabriano Onlus – Comunità Socio Educativa Riabilitativa (Co.s.e.r.) “ C’era l’Acca” – Fabriano
  10. Soc. Castelvecchio service – “Centro Applica” Centro diurno per l’inserimento lavorativo di persone con disabilità psico
  11. fisica e svantaggio sociale; Fabriano
  12. Soc. Castelvecchio service – “Laboratorio 10 – Centro diurno per ‘autonomia ed inclusione sociale di persone con disabilità psico fisica e svantaggio sociale; – Fabriano
  13. ATS 10 e Coop. Soc Mosaico – Progetto Sollievo per la Salute mentale – Fabriano

 

Bella Ischia
Biondi
meme
ercolani
original-ceramiche
Frescina