Fano, Delvecchio (Udc): “Ancora problemi con le mense scolastiche”

rte
Biondi
edil 4
il particolare arredamenti
Biondi
Biondi
Rosalba Cagli

Ancora una volta come già accaduto nel 2017 e poi lo scorso 2018 con l’arrivo dei menu estivo nelle mense scolastiche e la riproposizione di menù alternativa di tendenza vegani o vegetariani”, nella città dei bambini e delle bambine in tanti si rifiutano di mangiare i menù proposti e tornano a casa affamati. Nonostante la spesa mensile per le famiglie di circa € 170,00 al mese per il servizio di refezione scolastica i bambini e le bambine che non gradiscono il menù sono costretti a mangiare a casa. Le nostre tradizioni non vengono rispettate, sebbene bisogna onestamente dire che viene usato il pescato dei nostri mari e prodotti di origine biologica ed in alcuni casi verdure e frutta di stagione. Molte famiglie lamentano fin troppo spesso scarsa quantità nelle porzioni ed in alcuni casi, non isolati, mancanza totale di prodotti di base come l’olio ad esempio.
Per i bambini una bella dieta etnica? Di certo spesso pietanze visivamente poco gradevoli, composta da piatti di passata di verdura con cous cous o da polpette di legumi e curcuma. Per primo insalata verde e mais oppure pasta al sugo di legumi e per secondo tortino di patate.

Un menù con tante insalate miste e tante patate, in sostituzione di primi piatti di pasta e di secondi piatti di pesce o carne. Questo il resoconto dei genitori e dei report che le famiglie controllano giornalmente sulle bacheche delle scuole, nonostante le raccomandazioni delle linee guida del Ministero della Salute, sul rispetto delle tradizioni alimentari e sulla raccomandazioni per una dieta mediterranea.
Bisogna riconoscere che i servizi educativi di Fano hanno ottenuto un bel risultato sull’indagine dei parametri del Green Public Procurement, e delle Linee di indirizzo contro lo spreco alimentare pubblicate dal Ministero della Salute, grazie anche al progetto pappa Fish. Ma visto che ci sono rimasti pochi giorni alla chiusura del servizio mense, il mio augurio è che alla ripresa dell’anno scolastico si dia la precedenza alle esigenze dei bambini e delle bambine e poi alla raccolta dei premi. Le famiglie attendono risposte adeguate alla spesa sostenuta.

Davide Delvecchio (UDC)
meme
Biondi
original-ceramiche
ercolani
Frescina
Bella Ischia