Nuovo Piano sanitario, incontro Commissione-Ceriscioli. Le perplessità della minoranza

Biondi
Biondi
Biondi
edil 4
rte
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli

La Commissione Sanità incontra il presidente della Giunta ascoltato nel corso della seduta di oggi. Già calendarizzate le prossime audizioni che si concluderanno entro la prima settimana di luglio

La proposta di nuovo Piano socio-sanitario regionale al centro dei lavori della commissione “Sanità” che ha incontrato il Presidente della Giunta, Luca Ceriscioli. “Un utile momento di confronto – sottolinea il Presidente della quarta commissione, Fabrizio Volpini (Pd) – quello di oggi con Ceriscioli che ci ha invitato ad accelerare l’esame del nuovo piano per riuscire ad arrivare prima della pausa estiva all’approvazione definitiva”. La commissione ha già calendarizzato le ultime audizioni ponendosi come obiettivo quello di chiudere gli incontri “entro la prima settimana di luglio per poter poi entrare nel vivo della discussione dell’atto – evidenzia Volpini – facendo tesoro delle indicazioni arrivate nel corso della fase di ascolto”. E ancora: “Siamo stati impegnati su diversi fronti negli ultimi mesi, con le audizioni, non differibili, sui manuali di autorizzazione e accreditamento per le strutture sanitarie sociosanitarie a cui abbiamo dedicato diverse sedute. Il nostro impegno a fare presto c’è, e c’è sempre stato. Faremo di tutto per mantenerlo”. Secondo Elena Leonardi (Fd’I) l’incontro “è stata un’occasione importante per esporre al Presidente-assessore alla Sanità le perplessità emerse dall’analisi e dagli incontri svolti sino a ora e delle problematiche riscontrate sui territori”. Il Piano socio-sanitario è lo strumento “più importante della programmazione sanitaria regionale – prosegue la Vicepresidente della commissione – che però arriva a fine legislatura, troppo tardi e soprattutto senza che sia chiara quale direzione si vuole dare alla sanità marchigiana”.

Consiglio regionale Marche C.C.
original-ceramiche
ercolani
Bella Ischia
Biondi
Frescina
meme