L’ultimo saluto ad Augusto Spadoni una vita dedicata allo sport fondatore del Basket a Fossombrone

Rosalba Cagli
rte
Biondi
Biondi
il particolare arredamenti
edil 4
Biondi

Questa mattina – 11 giugno – alle 10 nella chiesa di S. Maria Ausiliatrice a Fossombrone si svolgono i funerali di Augusto Spadoni morto a 87 anni. Una figura importante per lo sport cittadino. Tra i tanti meriti in veste di accompagnatore e dirigente della Polisportiva Forsempronese non si può dimenticare che è stato il fondatore del basket a Fossombrone. A metà degli anni Sessanta del secolo scorso un gruppo di giovani appassionati gli chiese aiuto e subito dette il massimo del suo interessamento perché quello sport allora nuovo prendesse piede. Ha seguito la squadra di basket in tutte le sue avventure fino all’ultima stagione nonostante le sue condizioni fisiche sempre più precarie. Augusto Spadoni grande artefice nel calcio, nei tornei notturni che allora in estate si disputavano nel campetto di Porta Fano. Sempre accanto al suo presidentissimo Marcello Bonci altro protagonista indiscusso al quale è stato intitolato lo stadio comunale. «Ho iniziato come accompagnatore dei giovani calciatori delle categorie minori, della Polisportiva Forsempronese – raccontava in un’intervista dieci anni fa – la società magistralmente condotta dal presidente Marcello Bonci». Giovani che ebbero fortuna e «riuscirono a militare in categorie superiori. Un periodo d’oro con Mauro Tadei, Stefano Tomassini, Sauro Cecchini, Lanfranco Lucci, Marzio Giacinti e i vari Luzi e Stipa». Si affezionò anche al nuoto. «La piscina aveva appena aperto i battenti il mio compito era quello di accompagnatore». Nella palestra dell’impianto cominciò ad organizzarsi anche la pallavolo e «per un periodo ho dato una mano d’aiuto anche in quel settore». A quel punto mancava solo il ciclismo «riuscii a organizzare il giro dilettantistico dei colli pesaresi. Fu una grande soddisfazione anche quell’esperienza».

original-ceramiche
meme
Bella Ischia
ercolani
Biondi
Frescina