Fano, nei numeri l’analisi della schiacciante vittoria di Massimo Seri

Biondi
Rosalba Cagli
edil 4
il particolare arredamenti
Biondi
rte
Biondi

Schiacciante vittoria al ballottaggio di Massimo Seri, centrosinistra, che si conferma sindaco di Fano ottenendo 16.736 voti, pari al 63.11 per cento. Non solo è riuscito a confermare il risultato del primo turno, che già sarebbe stato in controtendenza rispetto a un fisiologico calo, ma addirittura ha portato a somma oltre mille consensi in più. In flessione, invece, la sfidante Lucia Tarsi del centrodestra, che nel giro di due settimane perde 1.249 voti, chiudendo con una percentuale di poco inferiore ai 37 punti.

La mappa dei consiglieri

Un trionfo per Seri e per la coalizione di centrosinistra, che amministrerà Fano per i prossimi cinque anni potendo contare su una maggioranza di 15 consiglieri comunali più il sindaco. Otto seggi per il Pd, che sulla base dei voti conseguiti dai candidati di lista spetteranno a Cristian Fanesi (per lui 466 voti), Agnese Giacomoni (380), Carla Cecchetelli (326), Sara Cucchiarini e Dimitri Tinti (322), la sorpresa Giovanni Alessandro Clini (267), Stefano Marchegiani (257) e Federico Perini (234). Tre seggi a Noi Città: Caterina Del Bianco (466), Barbara Brunori (272) ed Enrico Cipriani (195). Due seggi per Insieme è meglio: Etienn Lucarelli (440) e Cora Fattori (200). Un seggio per Fabiola Tonelli (137) di Noi Giovani e per Samuele Mascarin (519) di In Comune. Una comprensibile delusione, invece, per le opposizioni. Secondo le proiezioni del centrosinistra, tre seggi per i 5 Stelle. Siederanno in consiglio comunale la candidata a sindaco Marta Ruggeri, per lei 5.984 voti, Francesco Panaroni (220) e il capolista Tommaso Mazzanti (203), il giovane emergente del gruppo. Uno scranno, inoltre, a Tarsi del centrodestra, un altro a Giancarlo D’Anna della lista Fano Città Ideale (194) e i restanti quattro alla Lega: Luca Serfilippi, il primatista delle preferenze (1.018), Marianna Magrini (363), Gianluca Ilari (244) e Luigi Carmelo Scopelliti (234).

La festa

Ieri sera festa grande nella sede elettorale del centrosinistra, bollicine e mega torta per tutti in piazza centrale. Ben più dimesso il clima nella sede di Tarsi, a pochi metri di distanza, per un risultato che fa riflettere. Nel primo pomeriggio di lunedì 27 maggio, quando era iniziato lo spoglio dei voti alle elezioni amministrative, il centrodestra fanese si presentava come maggioranza relativa in pectore: alle Europee la somma dei consensi ottenuti da Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia si aggirava intorno al 47 per cento. Nella stessa giornata, nelle stesse urne, si è però verificato uno slittamento in uscita di oltre 4.000 voti. Seri a un passo dalla vittoria già al primo turno e comunque forte di un robusto vantaggio su Tarsi. Per lei non c’è stata rimonta, anzi il divario si è ampliato al ballottaggio e Seri ha vinto anche nei tre seggi conquistati dal centrodestra al primo turno, imponendo un severo cappotto (67 a 0) ai suoi avversari.

Frescina
ercolani
Biondi
meme
Bella Ischia
original-ceramiche