Promozione dell’allattamento materno al seno, il Movimento 5 Stelle Marche detta la linea in Regione

il particolare arredamenti
edil 4
Biondi
Biondi
Rosalba Cagli
rte
Biondi

Approvata la mozione dei consiglieri regionali Piergiorgio Fabbri e Gianni Maggi volta a favorire tale pratica nelle strutture pubbliche, valorizzandone la rilevanza culturale, sociale, fisiologica e ambientale

Promozione dell’allattamento materno, il Movimento 5 Stelle Marche indica la strada da seguire in regione. Approvata all’unanimità, in occasione dell’Assemblea Legislativa dello scorso 28 maggio, una mozione a firma dei consiglieri Piergiorgio Fabbri e Gianni Maggi che impegna la giunta Ceriscioli «ad attivare, in collaborazione con l’Asur e con le associazioni riconosciute eventualmente presenti sul territorio, strategie e interventi finalizzati a favorire la protezione, la promozione e il sostegno dell’allattamento, nonché a promuovere la diffusione, presso tutte le strutture sanitarie regionali, della consapevolezza dell’importanza dell’allattamento materno come norma fisiologica, di valore culturale, sociale ed ecosostenibile prioritaria». I due esponenti del Movimento hanno inoltre ottenuto, dall’Esecutivo regionale, l’impegno «a dettare gli indirizzi agli enti del Servizio Sanitario Regionale volti a vietare la promozione di prodotti sostituti del latte materno alle madri, alle famiglie e agli operatori sanitari anche attraverso la distribuzione di campioni gratuiti, ad eccezione dei soli casi in cui la madre sia affetta da patologie o stia eseguendo terapie che rendano nocivo per il neonato l’allattamento». Fabbri e Maggi chiedono quindi di «valutare la possibilità di co-finanziamento con il servizio sanitario di iniziative atte a promuovere l’allattamento materno, nonché l’opportunità di dedicare all’interno di strutture regionali aperte al pubblico, luoghi idonei per consentire alle madri di allattare ed eventualmente cambiare i propri bambini, segnalandole adeguatamente, e sensibilizzando nel contempo gli enti locali, le aziende private, i titolari e gestori di esercizi pubblici, sull’importanza di individuare, ove possibile, spazi idonei all’allattamento». «L’allattamento al seno con latte materno – spiega Fabbri – è un diritto fondamentale dei bambini ed è un diritto delle loro mamme quello di essere sostenute nella realizzazione del loro desiderio di allattare. Esso apporta tutte le sostanze necessarie alla crescita e la sua fisiologica composizione garantisce importanti fattori protettivi in grado di salvaguardare la salute futura del bambino nonché della mamma. Allattare, fra l’altro, è una pratica fisiologica raccomandata dall’OMS, dall’UNICEF e dal Ministero della Salute italiano. Il consumo del latte materno, poi, è eco-sostenibile in quanto privo di sprechi, pratico, senza costi di preparazione, sempre disponibile e alla giusta temperatura, genuino, sicuro. Vigileremo, ovviamente, sull’organizzazione dei corsi regionali di formazione sull’allattamento al seno, per i quali si prevedono 40.000 euro di finanziamento».

 

Piergiorgio Fabbri
Movimento 5 Stelle Marche
Biondi
original-ceramiche
Frescina
Bella Ischia
meme
ercolani