Cagli, lettera al sindaco: “Scegliamo noi, e insieme, il destino della città”

il particolare arredamenti
Biondi
Biondi
Rosalba Cagli
Biondi
edil 4
rte
Riceviamo e pubblichiamo la seguente lettera

Egregio signor sindaco di Cagli, mi rendo conto che porre questioni ad un sindaco appena ri-eletto risulta del tutto fuori luogo. Sono un professionista di una certa età, che vive da sempre le gioie e i dolori di questo nostro territorio che amiamo ed odiamo, ma che poco, tutti insieme, si fa per renderlo migliore. Lasciando da parte quel clima piuttosto triste e avvilente del prima e post elezioni con attacchi personali in ogni dove, mi preme sottolineare in queste poche righe, di sollecitare tutti ad accendere una città un po’ spenta in molti i settori, dall’edilizia all’agricoltura, dal turismo al lavoro. Perciò mio caro sindaco invito tutti a cercare di valorizzate le bellezze e le prelibatezze della nostra terra, facciamole conoscere, costruiamo insieme Cagli. Non facciamo decidere a qualcuno il suo destino, scegliamolo noi. Perciò mio caro con questa idea secondo me si mette in condizione sia il cittadino che si lamenta e sia chi vuole rendere questa città migliore, di poter contribuire ad un servizio che potrebbe dare grandi risultati. Non dimentico l’importanza dei giovani. Per tutto questo non occorrono grandissime risorse, ci vorrebbe una migliore organizzazione. Nella speranza che questa lettera venga letta anche da voi, vi auguro buon lavoro. Distinti saluti.

Un cittadino cagliese
original-ceramiche
meme
Frescina
ercolani
Biondi
Bella Ischia