Il presidente Cerisicoli in visita al cantiere navale Rossini e alla Pedini Cucine di Lucrezia

rte
Biondi
il particolare arredamenti
Biondi
edil 4
Biondi
Rosalba Cagli
Il presidente delle Marche Ceriscioli

Una ripartenza, con un grande investimento e un progetto strategico che continua a crescere, garantendo occupazione in tutta l’area portuale”. È quanto ha affermato il presidente della Regione, Luca Ceriscioli che, a Pesaro – accompagnato dal comandante della Capitaneria di porto, Maurizio Tipaldi e dall’amministratore delegato Stewart Parvin – ha visitato il cantiere navale Rossini, acquisito da Lisa Group, constatando la rinascita della struttura e delle attività svolte. La società proprietaria offre lavori professionali non solo per quello che riguarda lo scafo e gli arredi, ma anche per il ripristino degli impianti e dell’elettronica di bordo. Nella sua visita Pesarese, Ceriscioli si è anche recato a Lucrezia di Cartoceto, dove ha incontrato i titolari della Pedini Cucine, “una storica eccellenza marchigiana dell’arredamento – ha avuto modo di sottolineare – che segnala un positivo trend di crescita grazie ai continui investimenti in ricerca e sviluppo”. A Pesaro il presidente ha ribadito che “il cantiere navale Rossini è in continuo sviluppo. Sta portando ricadute significative nell’economia locale, dando lavoro a società altamente specializzate. L’attrazione dell’area portuale di Pesaro sta crescendo grazie a questo investimento che porta in città il refitting degli yacht, diventata una delle attività più richieste e importanti della cantieristica”. Dopo la chiusura del cantiere navale, ha ricordato, “si rischiava di disperdere un enorme patrimonio sul lato delle professionalità e delle competenze. Ora invece c’è una ripartenza, con un grande investimento e un progetto strategico che continua a crescere, determinando occupazione in tutta l’area portuale”. Ceriscioli ha concluso la visita complimentandosi con Lisa Group “per la bellezza e l’organizzazione degli spazi in un disegno che mette insieme funzionalità ed estetica e per le tante idee di rilancio dell’area”. A Lucrezia il presidente, intrattenendosi con i titolari della Pedini Cucine, ha sottolineato come l’innovazione sia sempre stata nel Dna della azienda: “Un impegno che dura, con passione, da 70 anni e che ha portato grandi risultati, consolidando una vasta esperienza in progetti multi-unità per il contract, che realizza in tutto il mondo”. Insieme a una startup romana, specializzata in Internet of Things e a un colosso mondiale come Microsoft, l’azienda ha realizzato la prima cucina al mondo animata dall’intelligenza artificiale: la Hi Pedini, con comando vocale di attivazione.

Comunicato stampa Regione Marche
Biondi
ercolani
Frescina
Bella Ischia
original-ceramiche
meme