Presentata al ridotto del Teatro la lista civica ‘Cagli Futura’ che ricandida il sindaco uscente Alessandri

il particolare arredamenti
Rosalba Cagli
Biondi
rte
Biondi
edil 4
Biondi

Si è tenuta ieri sera, presso il ridotto del Teatro di Cagli, la presentazione della lista del sindaco uscente Alberto Alessandri. Ha deciso di ricandidarsi con la lista ‘Cagli Futura’, diversa per due terzi dei componenti rispetto a quella che lo aveva portato alla vittoria 5 anni fa. Alessandri è voluto ritornare sulla spaccatura della sua amministrazione (avvenuta poco più di un anno fa). “Fate una riflessione su quanto dichiarato e su come si sono comportati coloro che uscirono dalla maggioranza. Sono stati poco responsabili e troppo egoisti. Noi abbiamo le nostre colpe e abbiamo commesso degli errori in questi cinque anni, soprattutto abbiamo utilizzato un modo di comunicare sbagliato. – afferma il sindaco uscente, nonché candidato sindaco, Alberto Alessandri – Abbiamo dotato Cagli di un nuovo impianto di illuminazione pubblica (per un costo di 2.700.000 €), abbiamo realizzato dei nuovi giochi per bambini in tutto il territorio comunale (spesi 100.000 €), siamo intervenuti sulle strade comunali (per circa 1 milione di euro). Il nostro comune svolge un ruolo nevralgico all’interno del progetto ‘aree interne’ (in 2 anni sono stati destinati circa 70 milioni per 9 comuni), che tocca importanti settori come la sanità, il sociale, l’istruzione e il trasporto locale. Abbiamo ottenuto 127.000 €, tramite l’unione montana, per quanto riguarda la mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro. Questi fondi serviranno per la realizzazione di percorsi pedonali. Sempre tramite l’unione montana e insieme agli altri cinque comuni, siamo riusciti a portare in porto il progetto dei lettori di targa, per intercettare veicoli rubati in transito nelle nostre strade. Sono stati spesi 145.000 € per la manutenzione dei fiumi e, questo molto importante, sono stati destinati 5 milioni e 364 mila euro per la scuola media di Cagli (che verrà ristrutturata tutta o fatta nuova in un’area da individuare). In questo periodo sono stato anche consigliere provinciale. Grazie a quest’ente sono stati stanziati 200.000 € per realizzare una nuova palestra. – conclude Alessandri – A differenza di 5 anni fa forse è una squadra meno guerriera, ma piena di competenza ed esperienza. Nelle altre due liste ci sono esponenti che rappresentano partiti, nella nostra no. La nostra è una lista civica. Con questo non voglio dire che siamo migliori, ma che rispondiamo a logiche diverse.” Dopo il candidato sindaco si sono presentati gli altri membri della lista (candidati alla carica di consigliere comunale), a partire dall’assessore uscente Stefano Polidori, che ha ripercorso tutte le tappe che hanno portato al ridimensionamento e alla chiusura di fatto del nostro ospedale. “Sono stati cinque anni difficili, ma posso dire che è stata l’esperienza più bella della mia vita. – afferma Polidori – Non lo nascondo, abbiamo impiegato circa due anni per capire come si amministra un Comune e abbiamo costruito una base che non vorremmo perdere, ma sfruttare nei prossimi cinque anni.” Dopo di lui è stata la volta di Rachele Saraga, anche lei assessore uscente, che ha parlato di come “ho sposato un progetto 5 anni fa che mi ha portato a farmi ricandidare, per cercare di migliorare la qualità della vita di ciascuno di noi. In questi anni abbiamo fatto tesoro anche delle cose positive fatte dalle amministrazioni che ci hanno preceduto. Abbiamo avviato il progetto del ‘taxi sociale’ e dall’anno scolastico 2019/2020 sarà presente un nuovo indirizzo scolastico ‘servizi culturali e dello spettacolo’, presso il polo ‘G. Celli'” ha affermato. L’assessore uscente Carla Romedia si è voluta concentrare sulle potenzialità culturali della nostra Cagli. “Il Teatro comunale è la massima espressione della cultura cagliese, questo grazie anche all’ottimo lavoro svolto dal direttore Sandro Pascucci. Recentemente sono stati acquistati anche nuovi materiali per il nostro teatro e, da diversi anni, abbiamo aperto la nuova biblioteca comunale presso il palazzo Mochi – Zamperoli. Nei giorni scorsi abbiamo riaperto il museo archeologico e della Flaminia (con 400 visitatori che hanno firmato e molti altri che non lo hanno fatto) e per la prossima Festa della Pipa inaugureremo il museo appositamente dedicato.” Dopo di lei ha preso la parola Beatrice Paleani, giovane ragazza di Cagli24 young laureata in scienze politiche. Ha confidato di essere stata sempre appassionata di politica e ha voluto ricordare ai presenti in sala che “quando una persona va a votare deve tenere in considerazione tutte le proposte che sono state fatte e non esprimere il proprio voto sempre e solo allo stesso partito.” Dopo di lei è intervenuto Domenico Panichi, il più grande in lista, ex funzionario del Comune di Cagli. “Se ognuno di noi mette a disposizione qualcosa per la nostra comunità, si possono fare cose importanti” ha ricordato. “Cagli24 ha dato un contributo importante per la realizzazione di questa lista. Cagli24 è un luogo aperto a tutti, dove poter confrontarsi e parlare dei problemi della nostra cittadina. – continua Panichi – Ho trascorso 30 anni all’interno del nostro comune e quindi conosco le sue problematiche. Molto importante sarà riorganizzare la macchina comunale.” Ivan Casavecchia, altro giovane di Cagli24 young, è un dipendente di Marche Multiservizi. Ha voluto ricordare come “non è sempre scontata la partecipazione dei giovani alla vita politica. Il nostro obiettivo sarà proprio far partecipare i giovani alla vita cittadina. Io, Beatrice e Arianna faremo da tramite fra i giovani e l’amministrazione comunale. – prosegue Ivan Casavecchia – Il nostro comune, per il territorio che ha Cagli, ha pochi operai, dunque abbiamo ripulito i punti più degradati, partendo dall’area di Porta Massara (abbiamo raccolto ben 17 sacchi di immondizia). Cagli negli ultimi anni ha ottenuto importanti risultati riguardo la raccolta differenziata.” Dopo di lui è intervenuta Simona Palazzetti, funzionaria presso la regione Marche. “Mi sono sempre occupata di sviluppo sostenibile e bandi” ha detto. “Il piano regolatore comunale è da rivedere. Il nostro Comune, grazie al lavoro del sindaco, è riuscito a risistemare il bilancio” ha aggiunto. Stefano Toccaceli, vigile del fuoco, ha voluto porre l’attenzione sul territorio e sul nuovo piano di protezione civile. Luca Burani, tecnico elettronico, già candidato alle elezioni comunali del 2014 con il sindaco Alessandri senza risultare eletto, ha voluto specificare come “questa squadra sia un grandissimo investimento per il futuro. In alcuni punti del nostro territorio mancano ancora collegamenti telefonici e connessioni ad internet adeguate.” Arianna Magi è stata l’ultima dei tre giovani di Cagli24 young a presentarsi (19 anni, è la più giovane fra tutte tre le liste). Ha voluto rimarcare l’importanza del gemellaggio che la nostra città ha sottoscritto con Spokane, dove si è recata grazie al progetto delle 10 borse di studio messe a disposizione dal comune. Ha ricordato anche come sono già partiti i primi contatti per un nuovo gemellaggio con una città della Cina. Nicola Ricci, impiegato logistico in azienda, ha voluto rimarcare l’importanza nell’investire nello sport, settore molto problematico per Cagli. Per ultima si è presentata uno dei punti cardine di questa lista: Benilde Marini, titolare di una nota scuola di danza in città. “Ho studiato per diventare organizzatrice di eventi nazionali ed internazionali. Sono ottimista di natura e questa città merita l’ottimismo. Il programma della nostra lista punta tutto sul benessere della persona. – conclude Benilde Marini – Puntiamo a diventare ‘centro di riferimento’, ma per questo serve l’organizzazione. Dopo di lei ha preso la parola nuovamente il candidato sindaco Alberto Alessandri per esporre a grandi linee il programma elettorale della propria lista. Presenti circa 130 – 140 persone in sala.

original-ceramiche
Bella Ischia
meme
Biondi
ercolani
Frescina