Bocce, i risultati del fine settimana

rte
edil 4
Biondi
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli
Biondi
Biondi

TROFEO BOCCIA D’ARGENTO, MEMORIAL EMANUELE CAPONI (Individuale cat. A1A élite)

OSIMO – Grande spettacolo alla Bocciofila Casenuove di Osimo, presieduta da Carlo Alvaro Caponi, per la Boccia d’Argento, memorial Emanuele Caponi, gara nazionale per giocatori di categoria A1-A del circuito élite. Erano 96 i giocatori iscritti, tra i quali alcuni dei top players nazionali, sotto la direzione di gara di Remo Giovannetti.

A vincere è stato proprio un top player, ovvero Gaetano Miloro (Cvm Utensiltecnica Montegridolfo). Il siciliano, in forza alla società romagnola, ha sbaragliato il campo. Di fatto, ha sofferto soltanto in semifinale, quando ha dovuto sudare per sconfiggere 12-10 l’umbro Luca Brutti (Aper Capocavallo). In finale, invece, Miloro non ha avuto problemi ad imporsi 12-1 sul comunque ottimo Davide Torresi (Castelraimondo). Torresi aveva compiuto un’impresa nei quarti di finale, quando aveva eliminato per 12-5 un giocatore di categoria A1 come Andrea Cappellacci (Montegranaro). In semifinale aveva poi avuto la meglio per 12-5 sul bravissimo Luca Sabbatini (Fontespina), altro grande protagonista della gara. Come detto, invece, la finale non ha avuto storia con Miloro che ha dominato dalla prima all’ultima giocata approfittando anche di un Torresi arrivato all’ultima partita un po’ scarico dopo i match precedenti. Del resto Miloro è un giocatore A1, mentre Torresi è un A. La differenza di categoria si è vista tutta sul campo. Quindi, primo Miloro, secondo Torresi, terzo Brutti e quarto Sabbatini. E’ stata una giornata di festa, come ogni anno, quella vissuta al bocciodromo di Casenuove di Osimo, dominata anche dal ricordo di Emanuele Caponi, giovane del posto tragicamente scomparso alcuni anni or sono. A lui era intitolata la gara e per lui, prima della finale, è stato osservato un minuto di silenzio. Presente alla premiazione tutta la famiglia Caponi oltre alle varie autorità, tra le quali il consigliere nazionale Fib Gregorio Grergori. Folto il pubblico nonostante il maltempo del mattino nella zona, colpita da una copiosa grandinata.

34a SCARPA D’ORO A MONTE URANO (Individuale femminile cat. A1ABC)

MONTE URANO – La classe della campionessa del mondo Elisa Luccarini ha illuminato la due giorni di raffa femminile in programma a Monte Urano. La fuoriclasse della Bentivoglio Reggio Emilia, tre volte iridata, ha vinto due gare alla bocciofila monturanese del presidente Alessio Ripani, quella regionale in programma sabato 4 maggio e quella nazionale in programma domenica 5. Due competizioni femminili di altissimo livello per la 34a edizione della Scarpa d’oro. Nella gara regionale di sabato, diretta da Giulio Leoni e con 64 atlete iscritte, la Luccarini ha dovuto sudare le provebiali sette camice per venire a capo in finale della splendida under 18 Kety Crescenzi (Spazio Stelle Monsampolo). La giovanissima marchigiana, dopo un torneo di altissimo livello, si è arresa in finale soltanto per 10-7 al cospetto della regina mondiale della raffa. Terzo posto per Loredana Casagrande (Oikos Fossombrone), quarto per Giulia Gazzoli (Civitanovese-V.Gattafoni), altre bravissime rappresentanti della raffa femminile marchigiana. Nella gara nazionale di domenica, invece, hanno giocato 64 atlete, tutte le migliori in Italia, agli ordini del direttore Silvio Giustozzi. La Luccarini ha sconfitto in finale 10-3 la giovane umbra Laura Picchio (Spello). In semifinale aveva invece prevalso 10-4 su Ida Sabbatinelli (Corva). L’altra semifinalista (quarta classificata) è stata Gabriella Vitali (Lucrezia), battuta dalla Picchio 10-4.

TROFEO FONTESPINA IN RICORDO DI VALERIO DI LUCA (coppie cat. B, coppie cat. C)

CIVITANOVA MARCHE – Dopo la gara individuale élite del 25 aprile, vinta da Alfonso Nanni (Boville), le gare a coppie per categorie B e C hanno completato sabato 4 maggio il Trofeo Fontespina, competizione dedicata al ricordo di Valerio Di Luca, organizzata dalla Bocciofila Fontespina di Civitanova Marche del presidente Giuseppe Pasquali. Sotto la direzione di gara di Atos Volpini si sono sfidate 56 formazioni di categoria B e 80 di categoria C. Nella categoria B il successo è andato a Rossano Santarelli-Marino Gagliardini (Cingoli) che in una finale mozzafiato, conclusasi 12-11 all’ultima boccia, hanno avuto la meglio su Claudio Malizia-Luca Boccanera (Adriatica Porto Recanati). Terzo posto per Pietro Sagripanti-Luigi Properzi (Elpidiense), quarti Nicola Gianfelici-Novello Pettinari (Pollentina). Nella categoria C successo per Loredano Di Battista-Ferruccio Paolini (Montegranaro) che in finale hanno battuto 12-5 Andrea Sardella-Pierino Bellesi (Villa Potenza). Terzo posto per Franco Marziali-Giancarlo Santoni (Fermana), quarto per Vincenzino Camilli-Sauro Cerquetti (Porto Sant’Elpidio).

 

original-ceramiche
meme
Biondi
ercolani
Bella Ischia
Frescina