Lettera in redazione: “Il nuovo sindaco cerchi almeno di creare le premesse per un mondo del lavoro più dignitoso”

Biondi
il particolare arredamenti
Biondi
Biondi
edil 4
rte
Rosalba Cagli

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di un ragazzo di Cagli sulla prossimità festività del primo maggio

Faccio parte di quella generazione che in occasione della ricorrenza del Primo Maggio deve abituarsi a cambiare spesso mestiere perché, si dice, in altri Paesi accade almeno quattro volte nella vita. In altri Paesi? Io, come tanti altri coetanei italiani, quattro mestieri li ho cambiati già da tempo! Personalmente sono un po’ stufo di sorbirmi l’apologia della flessibilità (che poi si scrive così ma si legge precarietà), come fosse qualcosa di straordinario, come se non avere la certezza dell’impiego fosse una prospettiva affascinante e stimolante. Non è bello che una generazione intera non possa affittare una casa, comprare una macchina, costruirsi una famiglia. Perché di questo si tratta: non avere un contratto di lavoro con determinate garanzie non ti permette di ambire ad avere una vita indipendente e dignitosa. Inoltre, purtroppo, non sono solo i giovani a soffrire di disoccupazione o precarietà, questa piaga si sta diffondendo sempre più colpendo generazioni che difficilmente potranno ritrovare un’occupazione. Credo che la politica serva a cambiare le cose, non a ratificare lo stato dell’arte. Vediamo se il vincitore di questa tornata elettorale almeno provi a cercare di creare le premesse per un mondo del lavoro più dignitoso. Un sindaco è ovvio che non può risolvere tutto e in particolare il problema occupazione, ma delineare una strategia mi pare il minimo. Per ora ho assistito più a uno scontro di persone e personalismi… Vedremo.

Lettera firmata

ercolani
original-ceramiche
Bella Ischia
Biondi
meme
Frescina