Pari opportunità, il Movimento 5 Stelle delle Marche lancia un’iniziativa congiunta sulla parità di genere

il particolare arredamenti
edil 4
Biondi
Biondi
Rosalba Cagli
Biondi
rte
Il gruppo di lavoro presieduto dalla consigliera regionale Romina Pergolesi, membro della competente commissione, lancia un’iniziativa sulla parità di genere: una mozione a sostegno della modifica della legge elettorale regionale sulla doppia preferenza che verrà presentata nei Comuni delle Marche

Una mozione per sostenere la parità uomo-donna nell’accesso alle cariche istituzionali. È l’iniziativa promossa dal Gruppo di Lavoro Pari Opportunità del Movimento 5 Stelle Marche, presieduto dalla consigliera regionale Romina Pergolesi, referente per la regione Marche, nell’ottica della partecipazione e della difesa dei diritti costituzionali. Un’istanza che i gruppi locali promuoveranno nei rispettivi consigli comunali, ricercando la massima condivisione. L’obiettivo è quello di potenziare il percorso di sensibilizzazione per arrivare, anche nelle Marche, alla modifica dell’attuale legge elettorale regionale al fine di uniformarla a quanto disposto dalla legge nazionale 20/2016 sulla preferenza di genere, analogamente a quanto già previsto per le elezioni comunali ed europee. La Regione Marche rischia di essere tra le ultime a mettersi in regola.

«Il progetto nasce dal confronto, durato circa un anno, in sinergia costante con il coordinamento nazionale e prevede un cronoprogramma, definito all’ultimo incontro del gruppo di lavoro, intenso e che tocca diverse problematiche. La road map prevede, al primo step, l’uguaglianza dei generi, condizione nella quale le persone ricevono pari trattamenti, con uguale facilità di accesso a risorse e opportunità. Il gruppo si dedicherà inoltre alla tutela del minore e del suo diritto ad avere una famiglia che lo ami e lo rispetti, con l’aiuto ed il sostegno degli enti pubblici. Senza dimenticare la massima attenzione alla donna vittima di violenza, fisica e psicologica. – spiega la consigliera regionale pentastellata Pergolesi, membro della commissione competente – Azioni che concretizzeremo attraverso attività congiunte con i portavoce e i gruppi pentastellati delle Marche con iniziative di informazione, sensibilizzazione e proposte migliorative dell’attuale organizzazione per incidere in Regione, partendo dai singoli Comuni». Un particolare focus è stato dato alle attività parlamentari, grazie agli interventi online delle deputate Fabiana Dadone e Gilda Sportiello che, assieme alla senatrice Alessandra Maiorino, sono da sempre sensibili a questi temi e impegnate nel gruppo di lavoro pari opportunità nazionale.

Infine, il contributo della consigliera regionale della Lombardia, Monica Forte: «La nascita di un gruppo sociale che chiede quello che gli spetta nella storia è sempre stata una spinta rivoluzionaria e una rivoluzione ha sempre coinciso con il miglioramento della democrazia». La Pergolesi, dal canto suo, ribadisce l’importanza di questa battaglia, da vincere con l’aiuto e il contributo di tutti: istituzioni, associazioni, addetti ai lavori e attivisti volenterosi e conclude: «Dobbiamo tornare a essere una comunità di cittadini che si occupa del benessere collettivo. Solo così potremo lasciare un futuro degno di essere definito tale ai nostri figli e alle generazioni che verranno».

Biondi
ercolani
Bella Ischia
Frescina
meme
original-ceramiche