Ecografo del futuro al Centro Salute Art. 32

Biondi
Biondi
il particolare arredamenti
Biondi
rte
Rosalba Cagli
edil 4

E’ stato necessario un investimento di 34 mila euro. Regione Marche, Bcc del Metauro e cooperativa Art. 32 Onlus hanno compartecipato all’acquisto di un ecografo mobile di ultima generazione in dotazione al Centro Salute Art. 32 con sede a Ponte degli Alberi di Montefelcino. La presentazione è avvenuta alla presenza del consigliere regionale delegato alla sanità Federico Talé, del presidente della Bcc del Metauro prof. Bruno Fiorelli e della cooperativa Art. 32 Alfredo Sadori che ha sottolineato l’importanza dello strumento che consente di effettuare tutti gli esami ecografici del caso direttamente a casa di quanti hanno bisogno e sono nell’impossibilità di raggiungere il Centro Salute. «Prosegue la nostra azione a tutela di una medicina che opera sul territorio – ha sottolineato Sadori – avvalendosi di professionisti di alto livello all’insegna della cooperazione e della solidarietà per le fasce più deboli che possono usufruire dei servizi gratuiti e per dare risposte di cui la gente ha bisogno e che non trova per i motivi più diversi nella struttura pubblica. La nostra non è un’azione speculativa né lucrosa ma impostata a nome e per conto del bene comune». Il consigliere regionale Federico Talè ha sottolineato l’impegno di prestare attenzione ai bisogni del territorio tenendo conto delle richieste e dei bisogni ma anche di quanti autorizzati operano come supporto importante alla struttura pubblica e che dal mese di giugno saranno individuati come punto di riferimento per tagliare le liste di attesa». Resta sul tappeto il progetto di integrazione del servizio pubblico di radiologia nell’ospedale di comunità di Fossombrone con l’ingresso di Art. 32 costituitasi in fondazione con l’intento di reinvestire tutti gli introiti. L’attenzione è rivolta alla nuova risonanza magnetica resa operativa a Fossombrone senza che venga sfruttata al meglio delle sue potenzialità. Il presidente della Bcc del Metauro Bruno Fiorelli ha posto l’attenzione sulla “diversità” della banca sempre attenta al territorio nel quale è nata 130 anni con l’intento di operare ispirandosi ai migliori principi della solidarietà per la promozione del territorio, delle sue attività e della sua gente. E’ anche questo il senso del ruolo attivo svolto a supporto del Centro Salute Art. 32. Buone notizie per tutti, insomma. Contano impegno, dedizione e coerenza non continui piagnistei inutili.

original-ceramiche
Bella Ischia
meme
Biondi
Frescina
ercolani