Fano, Mazzanti (5 Stelle) sull’ex caserma Paolini: “Le idee anche se buone non sono progetti”

Biondi
Biondi
edil 4
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli
Biondi
rte

In riferimento alla nota diffusa dai candidati consiglieri Fattori e Borioni a sostegno di Massimo Seri, ci preme chiarire alcuni concetti. Il primo è che all’interno del nostro programma #fanosicuradise il tema caserma è affrontato in ben due punti: in prima battuta nel capitolo sulla sicurezza del territorio, dove si dice espressamente che non essendo il bene nella nostra disponibilità, per correttezza istituzionale, rimandiamo la decisione su che cosa realizzarci a un processo partecipativo in cui crediamo particolarmente. Siamo assolutamente contrari alle scelte calate dall’alto e non condivise, quindi anche in riferimento al trasferimento della caserma dei carabinieri. Inoltre, nel capitolo sulla sicurezza urbana chiariamo che il trasferimento della caserma in quel contesto per noi è una misura “insoddisfacente”, come tra l’altro avvalorato dai nostri parlamentari che già nei mesi scorsi si sono adoperati perché questa soluzione fosse scongiurata.

Capiamo che chi si candida oggi ad un ruolo amministrativo senza aver fatto un periodo di sano e utile attivismo politico abbia bisogno di attirare i riflettori su di sé e non abbia altri strumenti per farlo che aizzare una polemica inutile quanto stucchevole per la città, però le nostre 150 pagine di programma per la rinascita economica e sociale della città sono on line dal 9 febbraio scorso. Siamo gli unici ad avere un programma pubblico e andiamo fieri della sua completezza e densità di idee, che sono una risorsa per l’intera città e resteranno a memoria e testimonianza del lavoro intenso di ascolto delle realtà cittadine svolto per più di un anno, che si è tradotto in proposte realizzabili.

Venendo ora al “progetto” presentato dai due consiglieri, nella pregevolezza dell’intento, ci sembra in realtà poco più di una idea abbozzata. Le macchine stipate sotto la caserma (ma forse anche in superficie), i pochi alberi e l’apertura di varchi su via Palazzi difficilmente possono essere scambiati per una visione innovativa, dove tra l’altro non è prevista nessuna funzione per i volumi dell’edificio.
Per avere una visione d’insieme sullo sviluppo di una città, Fano compresa, ci vuole l’umiltà dell’ascolto di tutti gli attori coinvolti, l’esperienza che solo un’attività politica decennale come la nostra può dare, una meta da raggiungere e gli strumenti, anche urbanistici, per poterlo fare. Alle buone intenzioni deve seguire tanto impegno, alle buone idee devono seguire dei progetti. Per ora per la caserma Paolini attendiamo i fatti e per questo serve un lavoro diplomatico svolto ad un livello superiore rispetto alla nostra campagna elettorale per cui chi di dovere si è già mosso.

Tommaso Mazzanti -capolista Movimento 5 Stelle Fano
original-ceramiche
Frescina
ercolani
meme
Bella Ischia
Biondi