Fano, ecco la lista di Noi Città. Tutti i nominativi

Biondi
il particolare arredamenti
rte
Rosalba Cagli
Biondi
Biondi
edil 4

Noi Città, nome plurale e inclusivo. «Tanto è stato fatto per le frazioni e la periferia, non solo per il centro storico», si è detto ieri all’incontro per presentare la lista dei 24 candidati. Il loro impegno è di fare ancor meglio in caso di vittoria alle elezioni amministrative del 26 maggio prossimo. «Abbiamo restituito ai fanesi i consigli di quartiere», ha sottolineato Gianluca Cespuglio, che a Noi Città porta in dote la proposta simbolo della civica La Fano dei quartieri: la rinascita del decentramento su nuove basi. «Noi Città ha sempre promosso la partecipazione attiva dei fanesi», ha aggiunto il segretario della lista, Raffaela Pecorelli. Ritrovarsi dopo cinque anni e scoprire che «l’energia è sempre la stessa, com’è lo stesso il clima genuino che tanto mi piace», ha detto il sindaco uscente Massimo Seri, in corsa per il bis: «A questa lista devo tanto, tutto del mio recente percorso politico, e nel suo insieme credo che sia la più forte». Molti volti sono cambiati, restano come figure ponte le due amministratrici uscenti, Barbara Brunori e Caterina Del Bianco. Un paio anche i nomi di candidati con precedenti esperienze nella politica locale: Gianluca Ruscitti ed Enrico Cipriani. Associazionismo, lavoratori pubblici e privati, liberi professionisti. Sono credibili, ha specificato Pecorelli, perché «il tema di una città solidale e sostenibile è sempre presente nelle loro personali esperienze di vita». Nome plurale e inclusivo, Noi Città. Che rende l’idea, ha sostenuto Brunori, «di un’azione corale e solidale, che punta a gettare ponti e a unire le persone invece di dividerle come fanno altri». Oltre ad avere accolto candidati da La Fano dei quartieri, la lista porta in grembo l’embrione di Italia in Comune, partito che a Fano ha cominciato a organizzarsi e che in Noi Città è rappresentato da Elisa Bilancioni, Davide Guidi e Maria Cristina Nicolini. «Sono qui – ha affermato Pasquale De Rosa – perché ho sentito tante cose inesatte sulla sanità. L’ospedale chiude, si ripete, e invece è aperto. Detto che la competenza in questo settore è dello Stato e della Regione, a Fano arriveranno comunque i 50 posti della clinica privata e gli 80 di Rsa. Sono infermiere in geriatria, conosco bene quali disagi debbano affrontare le famiglie con persone non autosufficienti».

La lista dei 24 candidati: Elisa Bilancioni, 39 anni educatrice; Barbara Brunori, 45 anni impiegata e consigliere comunale uscente; Paolo Casisa, 60 anni musicista, Saverio Castiello, 42 anni dipendente pubblico; Gianluca Cespuglio, 54 anni funzionario pubblico; Enrico Cipriani, 49 avvocato; Deborah De Angelis, 37 anni assistente sociale; Pasquale De Rosa, 34 anni infermiere; Caterina Del Bianco, 33 anni architetto e assessore uscente; Davide Guidi, 49 anni operatore sociale; Vincenzo Maggi, 52 anni salvataggio e formazione; Derna Maggioli, 61 anni insegnante; Gianluca Magini 56 anni impiegato; Silvia Meacci, 46 anni psicologa; Cristina Necca, 35 anni impiegata; Maria Cristina Nicolini, 56 anni operatrice sociale; Carmine Parisi, 41 anni ingegnere; Raffaela Pecorelli, libera professionista e imprenditrice agricola; Giampiero Pedini, 56 anni organizzatore di eventi; Sabina Pesci, 41 anni imprenditrice agricola; Giampiero Quaranta, 42 anni impiegato; Gianluca Ruscitti 48 anni dipendente pubblico; Giovanna Selis, 45 anni casalinga; Piero Valori 50 anni autista di ambulanze.

Biondi
Bella Ischia
meme
ercolani
Frescina
original-ceramiche