Cagli, parte il progetto intercomunale di videosorveglianza

edil 4
Biondi
rte
Biondi
Biondi
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli

Mercoledì pomeriggio, presso il salone degli stemmi del Palazzo Pubblico di Cagli, è avvenuta la presentazione pubblica del progetto intercomunale di videosorveglianza. Presente il sindaco di Cagli Alberto Alessandri, il dott. Simone Pineschi (vice questore di Urbino) e Francesco Passetti (presidente Unione Montana Catria e Nerone). Presenti anche i rappresentanti della ditta fornitrice delle telecamere, La Eurocom telecomunicazioni e gli esponenti delle forze dell’ordine (carabinieri, carabinieri forestali, polizia municipale e vigili del fuoco). L’incontro è stato moderato dall’assessore del comune di Cagli e dell’Unione Montana Rachele Saraga. Verranno realizzati 20 varchi (40 telecamere) nei comuni di Cagli, Acqualagna, Cantiano, Frontone, Serra Sant’Abbondio e Apecchio, per controllare veicoli rubati e non assicurati.

Questo progetto sarebbe dovuto essere partito già da mesi ma la burocrazia ha rallentato l’iter. “Il sistema di videosorveglianza costituisce il risultato finale di un percorso integrato e unitario fra i comuni facenti parte dell’Unione Montana con le forze dell’ordine. – afferma l’assessore Saraga – Mediante tale progetto secondo me si è attribuita alla nostra unione la giusta funzione, in linea con le caratteristiche che la contraddistinguono. Quest’ultima è stata incaricata dai singoli comuni di redigere e attivare un sistema di videosorveglianza che rispondesse al meglio all’esigenza di una vigilanza capillare e radicata, al fine di garantire in modo maggiormente soddisfacente le condizioni di sicurezza locale e territoriale a tutela dei beni e delle popolazioni amministrate”. I lettori di targa dovranno essere installati entro i prossimi tre mesi, per essere già operativi dal 1° luglio.

Bella Ischia
meme
Frescina
original-ceramiche
ercolani
Biondi