Nuovo nido di Aquila Reale alla Riserva del Furlo

Biondi
Biondi
Rosalba Cagli
il particolare arredamenti
rte
edil 4
Biondi

Che il Furlo sia un paradiso naturale è cosa assodata. Grazie ad una serie di eventi, il “Canyon d’Europa” è stato da sempre al centro di tante pagine di storia. Chiunque lo visiti ne rimane affascinato e il suo habitat è così speciale da ospitare così tante specie di animali da aver reso il Furlo una riserva naturale statale.

Eppure, tra lupi, daini e altro ancora, i grandi protagonisti di questa riserva sono proprio loro, gli esemplari di aquila reale, che hanno scelto queste terre per insediarsi dandoci l’onore di poter veder volare il rapace più famoso e maestoso di sempre. Ormai stabili all’interno del territorio, i loro nidi stanno aumentando di numero.

È di qualche giorno fa, infatti, la notizia che la coppia di rapaci presenti nella Riserva naturale statale “Gola del Furlo”, gestita dalla Provincia di Pesaro e Urbino, ha iniziato il periodo di nidificazione con circa quindici giorni di anticipo rispetto ai tempi consueti. L’incredibile ed insolita scoperta è avvenuta grazie alle osservazioni degli appassionati e collaboratori della Riserva, che hanno notato maschio e femmina intenti a creare un nuovo nido aggiungendosi così ai tre già presenti sul Monte Paganuccio. Due le uova deposte, che verranno covate per circa 40 – 45 giorni.

L’evento, oltre ad avere dell’incredibile, pone nuovamente l’attenzione su queste terre non solo ricordandoci di quanta bellezza abbiamo intorno a noi ma anche quanto sia importante preservare tale fortuna. Impossibile non definire questo patrimonio come “una fortuna” dato che ogni anno attrae flotte di turisti di ogni tipo. Dai motociclisti agli amanti della natura, dai geologici ai curiosi, l’aquila reale si inserisce egregiamente in un pacchetto turistico il cui appeal interessa stranieri e non. Numeri alla mano, si stimano affluenze che si aggirino attorno alle decine di migliaia persone, dato in crescita e in controtendenza rispetto a quello di altre realtà dell’entroterra.

Che sia giunta l’ora di capitalizzare a dovere questa possibile fetta di business continuando a salvaguardare il territorio?

Biondi
Frescina
meme
ercolani
original-ceramiche
METAURO-GOMME
Bella Ischia