Presentato ai sindaci dell’Area Appennino Basso pesarese – anconetano il progetto della Ciclovia Turistica della Aree Interne

Rosalba Cagli
Biondi
rte
Biondi
Biondi
edil 4
il particolare arredamenti

Qualche giorno fa, presso la sede dell’Unione Montana del Catria e Nerone di Cagli, si è tenuto un incontro operativo con i sindaci dei Comuni aderenti all’Area Interna dell’Appennino Basso pesarese – anconetano per la presentazione dello studio di fattibilità del tratto di competenza della Ciclovia Turistica della Aree Interne, che verrà realizzata grazie ad uno specifico finanziamento previsto tra le azioni della Strategia d’area. Il progetto prevede l’individuazione di un itinerario ad anello della lunghezza di circa 170 Km che andrà a collegare tutti i comuni dell’area ovvero: Apecchio, Piobbico, Acqualagna, Cagli, Cantiano, Frontone, Serra Sant’Abbondio, Arcevia e Sassoferrato. Si tratta di territori, a cavallo fra il pesarese e l’anconetano, ricchissimi di risorse turistiche che verranno ulteriormente valorizzate dalla Ciclovia che a sua volta diverrà un’ulteriore attrattiva per il viaggiatore e lo sportivo. La Ciclovia sarà completamente mappata e tabellata, secondo le linee guida regionali, e dotata di servizi di informazione e assistenza così da rendere il percorso fruibile dalle più diverse tipologie di turisti: dal super sportivo all’escursionista a due ruote. Il percorso sarà organizzato secondo segmenti di percorrenza differenti così da offrire agli utenti diverse possibilità di scelta. Un’ulteriore opportunità sarà data dall’interconnessione dell’anello delle Aree Interne con le future Ciclovie di vallata che partono dalla costa adriatica (Fano, Marotta, Senigallia ed Ancona) e risalgono fino alle pendici delle nostre montagne, andando a creare un sistema sempre più esteso ed integrato al servizio del turista a due ruote. Il presidente dell’Unione Montana, Francesco Passetti, alla presenza della società incaricata della progettazione e dei funzionari dell’Unione Montana, che coordinano le attività con il supporto del gruppo di lavoro appositamente costituito, ha espresso ai sindaci la sua soddisfazione per questo nuovo passo avanti nell’attuazione della Strategia delle Aree Interne: «Con questo nuovo progetto proseguiamo nella realizzazione concreta delle azioni inserite nella strategia, nella quale la riqualificazione e lo sviluppo dell’intera economia turistica sono centrali, soprattutto nell’ottica della connessione in rete delle risorse del territorio. Con la Ciclovia, finanziata con risorse europee e statali, andiamo in questa direzione, piena di opportunità anche perché rafforza l’offerta del territorio nel segmento turistico dello sport a due ruote, in piena ascesa a livello mondiale. Si tratta di un segmento particolarmente interessante anche perché attrae molti turisti stranieri che pedalando sulla Ciclovia potranno scoprire le nostre meravigliose risorse naturalistiche e storico-culturali, ma anche la nostra specialissima gastronomia e i prodotti artigianali. Il nostro comprensorio ha ancora grandi potenzialità che contiamo di valorizzare al meglio con l’attuazione della Strategia d’area. Ovviamente questa progettualità non può prescindere da tutta una serie di fondamentali interventi di miglioramento della viabilità e mantenimento dei servizi di base sul territorio da realizzare con fondi ordinari, senza i quali l’attrattività turistica sarebbe in ogni caso fortemente compromessa». A breve partiranno i lavori di progettazione esecutiva della Ciclovia, per poi passare alla fase di realizzazione dei percorsi e dei servizi connessi, che grazie al coinvolgimento dei privati diverranno sostenibili nel tempo anche senza il supporto delle risorse pubbliche.

 

Frescina
METAURO-GOMME
Bella Ischia
original-ceramiche
meme
ercolani
Biondi