Tirreno Adriatico: quinta tappa, Colli al Metauro-Recanati

Biondi
Biondi
Biondi
edil 4
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli
rte

Alexey Lutsenko ha vinto la 4/a tappa della 54/a Tirreno-Adriatico, disputata tra Foligno (Perugia) e Fossombrone (Pesaro e Urbino), su un percorso di 221 km. Il kazako, che si è imposto in 5h16’29”, è scattato sul Gran premio della montagna a Monteguiduccio, a una quarantina di chilometri dall’arrivo, e ha guadagnato fino a 1′ di vantaggio sui rivali. Nella prima discesa verso Fossombrone è cominciato il suo show a cielo aperto: ha sbagliato una curva, ma è riuscito a rimanere in sella, appoggiandosi con la spalla su un terrapieno, quindi è ripartito. Nel finale, quando lo sloveno Primoz Roglic, il britannico Simon Yates e il danese Jakob Fuglsan stavano per riacciuffarlo, ha sbagliato un’altra curva, ma anche in questo caso è riuscito rimettersi in sella; dopo essere stato raggiunto, non si è perso d’animo, trovando la forza e le gambe per battere i rivali in uno sprint ristretto. Secondo sul traguardo Roglic, terzo Yates, quarto Fuglsang. Nella generale Yates è ancora leader in maglia azzurra.

Arrivo: 1. Alexey LUTSENKO (Kaz, Astana) km 221 in 5.16’29”, media 41,898, abbuono 13”; 2. Primoz Roglic (Slo, Jumbo-Visma), abb. 6”; 3. Adam Yates (Gb, Mitchelton-Scott) abb. 6”; 4. Fuglsang (Dan); 5. Formolo a 9”; 6. Bettiol a 23”; 7. Clarke (Aus); 8. Benoot (Bel); 9. Alaphilippe (Fra); 10. Poels (Ola); 11. Rui Costa (Por); 12. Carapaz (Ecu); 13. Pinot (Fra); 14. Kreuziger (Cec); 15. D. Quintana (Col); 16. Majka (Pol); 17. Dumoulin (Ola); 18. Nibali; 19. Oomen (Ola) a 28”; 20. Polanc (Slo) a 44”; 21. Van Avermaet (Bel); 22. Skujins (Let); 23. Mohoric (Slo) a 55”; 151. Bauhaus (Ger) a 30’23”. Partiti 156, arrivati 151, ritirati 5 tra cui Thomas, fuori tempo massimo 3 (Maronese, Arslanov, Kuryianov).
CLASSIFICA — Classifica: 1. Adam YATES (Gb, Mitchelton-Scott) 15.53.42”; 2. Primoz Roglic (Slo, Jumbo-Visma) a 7”; 3. Tom Dumoulin (Ola, Sunweb) a 50”; 4. Alaphilippe (Fra) a 56”; 5. Oomen (Ola); 6. Lutsenko (Kaz) a 1’06”; 7. Poels (Ola) a 1’16”; 8. Fuglsang (Dan) a 1’19”; 9. Bettiol a 1’21”; 10. Clarke (Aus) a 1’25”; 11. Pinot (Fra) a 1’27”; 12. Rui Costa (Por) a 1’48”; 13. Nibali a 1’54”; 14. Van Avermaet (Bel) a 1’56”; 15. Castroviejo (Spa) a 1’57”; 23. Formolo a 2’12”; 25. Brambilla a 2’50”.
OGGI — Quinta tappa, Colli al Metauro-Recanati, km 180, la giornata più dura della corsa. Ritrovo di partenza in piazzale Pio Franchi de Cavalieri alle 10.50, partenza alle 12.15. E’ la tappa dei Muri, concentrati nei tre giri del circuito, con 4 volte il Muro di Porta d’Osimo e 3 volte il Muro di San Pietro con pendenze del 20%. Il Muro di Porta d’Osimo ha 1300 metri al 14% e punte del 19%: dalla vetta ci sono 1800 metri all’arrivo in piazza Giacomo Leopardi. Abbuoni al traguardo (10”, 6” e 4”) e agli sprint volanti di Loreto e Recanati (3”, 2”, 1”). Tv: diretta su RaiSport dalle 14.05.
original-ceramiche
Biondi
Bella Ischia
meme
Frescina
ercolani