Il Comune di Fermignano acquista il crossodromo

il particolare arredamenti
Biondi
Rosalba Cagli
edil 4
Biondi
rte
Biondi

Il crossodromo di Fermignano diventa di proprietà del Comune. E’ stata firmata venerdì 15 febbraio la cessione. Una storia lunga. Nel 1977 è nato il Motoclub di Fermignano dalla passione di alcuni amici per le moto da cross che con dedizione hanno fatto nascere, e gestito, il crossodromo “La Ginestra” in questi 42 anni. Struttura considerata tra la le migliori del centro Italia, dove sono passati sportivi del calibro di Valentino Rossi, Mattia Pasini, Marco Simoncelli e Marco Melandri che hanno utilizzato la pista per migliorare la loro tecnica. Il primo tentativo di acquisto risale a dieci anni fa quando la giunta di Franco Corbucci, già sindaco di Urbino, che decise di vendere il podere di Cà Giovanni. Da quel momento sono partite diverse aste pubbliche andate deserte. Dopo anni di trattative si è proseguiti a trattativa privata con il prezzo stabilito per l’acquisto di 160mila euro. Una volta stabilito il prezzo si sono persi due anni e mezzo per via della burocrazia; il 15 febbraio è finalmente avvenuta la firma per merito dei due responsabili dell’ufficio tecnico, l’architetto Luca Storoni di Fermignano e l’architetto Mara Mandolini per quello di Urbino.

“Siamo veramente felici di essere arrivati all’acquisto di questa importante e strategica struttura e quindi al passaggio di proprietà – commenta il sindaco di Fermignano Emanuele Feduzi -. il Motoclub fermignanese è una famiglia di sportivi che ama il podere Cà Giovanni e che ha rischiato, in questi anni, di perdere il loro bene più importante. Era fondamentale per noi arrivare all’acquisto e superare la stringente burocrazia, è stata una vera e propria corsa ad ostacoli tanto che alcuni funzionari ci avevano detto di desistere perché sembrava una cosa impossibile. Ora insieme al presidente del motoClub, Michele Di Lorenzi, nizieremo a studiare un ulteriore progetto di sviluppo che dopo la modifica della pista del 2017 porterà all’allargamento del paddock – illustra Feduzi spiegando le traversie incontrate -. Quando ci avevano chiesto di trovare crossodromi in vendita in Italia per vedere se il prezzo del podere fosse congruo avevo pensato di essere in una puntata di “Scherzi a Parte”, ma fortunatamente si è arrivati alla fine. E’ una gioia per me consegnare le chiavi a Michele e a tutti i ragazzi dello staff. Il loro attaccamento a questa pista è viscerale e nella
mia vita di sportivo ho visto veramente poche persone innamorate come loro del proprio sport”. “Siamo molto, ma molto felici, che il Comune ha acquistato questo bene dopo 10 anni. E’ stato mantenuto, nonostante gli sforzi, quello che ci hanno promesso all’Amministrazione comunale. Una storia di oltre 40 con una sicurezza in più: ora possiamo investire e stare tranquilli e fare l’ultimo passo per portarlo a livello nazionale. Perché c’è grande interesse da tutta Italia per il nostro crososdromo”, spiega Michele DI Lorenzi, presidente del MotoClub di Fermignano.

da Comune di Fermignano
original-ceramiche
Frescina
METAURO-GOMME
Biondi
ercolani
meme
Bella Ischia