Una provincia da Bit con tartufo, bronzi, Rossini, Raffaello, Carnevale…

rte
mcdonalds
Biondi
“VIAGGIO NELLA BELLEZZA INFINITA DELLE MARCHE” CON LA PROVINCIA DI PESARO E URBINO – IL VICE PRESIDENTE DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLE MARCHE, RENATO CLAUDIO MINARDI COORDINA SINDACI E OPERATORI ALLA BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO DI MILANO – DA ROSSINI A RAFFAELLO, DAI BRONZI DI CARTOCETO AL LISIPPO, DAL CARNEVALE DI FANO AL TARTUFO E AI MERCATINI DI NATALE DI CANDELARA E DINTORNI. LUNEDI’ 11  FEBBRAIO  alle ore 14.15 – STAND REGIONE MARCHE
Da Rossini a Raffaello, dai Bronzi di Cartoceto al Lisippo, dal Carnevale di Fano al tartufo, ai mercatini di Natale di Candelara e dintorni. L’offerta turistica della Provincia di Pesaro-Urbino a cura dei Comuni e degli operatori del territorio”  è il titolo del format di presentazioni per le iniziative turistiche della Provincia di Pesaro e Urbino che il vice Presidente del Consiglio regionale delle Marche,  Renato Claudio Minardi , coordinerà lunedì 11 febbraio a Milano alla BIT – La Borsa Internazionale del Turismo, edizione 2019 (dal 10 al 12 febbraio a Fieramilanocity). Vetrina per i maggiori esperti di turismo, agenzie viaggi, tour operator e buyer provenienti da tutto il mondo, la Bit è una delle più importanti fiere del turismo a livello internazionale. Sotto la regia del Servizio Turismo della Regione Marche, il vice Presidente Minardi illustrerà le realtà di eccellenza della provincia di Pesaro e Urbino che esaltano la vivacità e il dinamismo del nostro territorio.
“Cultura, grandi Eventi, Eno-alogastronomia e Paesaggio: saranno gli elementi di forza dell’offerta turistica 2019 della provincia di Pesaro e Urbino  – dichiara Minardi – Una proposta in grado di soddisfare il turista più esigente così come riescono a fare le Marche, unica regione al plurale d’Italia, che ha tutto ciò che un viaggiatore desidera: dal mare alle colline, dai siti storici al patrimonio culturale. Non a caso il noto quotidiano inglese “Sunday Times” “invita a scoprire le colline delle Marche “regione segreta d’Italia” e dimenticare la Toscana”. Negli anni delle celebrazioni dei marchigiani illustri, grandi testimonial della Regione Marche nel mondo con Rossini, Leopardi e Raffaello, si unisce il genio di Leonardo con la mostra a Fano di Leonardo e Vitruvio. A Milano, con i sindaci e gli operatori turistici – continua Minardi – presentiamo un’offerta completa per il turista moderno che non cerca più solo una destinazione ma ricerca situazioni uniche e coinvolgenti capaci di trasformare una vacanza in un’esperienza da ricordare e condividere. Target ampio con un’attenzione ai consumatori “millenials” e ai viaggiatori digitali. 
La Regione Marche punta sul turismo come asset strategico in grado di contribuire a valorizzare le risorse culturali e naturali e di produrre benessere economico e sociale per i propri territori. Un itinerario della bellezza  conclude Minardi  che conduce attraverso i luoghi più significativi della nostra provincia da esplorare anche in bike per un incontro appassionato tra uomo e natura”. Alla Bit si parte con la presentazione della “Compagnia di Raffaello” di Urbino, città patrimonio dell’Unesco, simbolo del Rinascimento italiano per giungere in un altro luogo d’eccellenza: Pesaro, Città Creativa Unesco della Musica dove  Rossini  rappresenta la stella polare che sarà grande protagonista tutto l’anno segnato anche da eventi di successo turistico come la “Mezza Notte bianca dei Bambini” e la “Notte delle candele” e itinerari sul Parco San Bartolo. Un turismo nel segno dei grandi eventi con la mostra a Fano di “Leonardo & Vitruvio” e del “Tiziano” a Urbania, di spettacoli e magia come ad esempio il “Carnevale di Fano” o “Fano dei Cesari”, “Passaggi festival”, il “Festival Internazionale del Brodetto” e “ Fano Jazza By The Sea”. Un viaggio per tutti i gusti e per tutte le età con Il “Natale che non ti aspetti” e i mercatini, le Fiere del tartufo, le “Strade della Birra”, “Due vacanze in una” a Gabicce mare e Gradara e i nuovi progetti come il Museo plurisensoriale del tartufo di Acqualagna e “Flaminia Nextone” sull’antica consolare che attraversa la nostra storia da Fano a Cantiano.

 

edil 4
il particolare arredamenti