Maxi operazione antidroga in Provincia: diversi arresti e sequestro di 2 chili di sostanze stupefacenti

mcdonalds
Biondi
rte

La cocaina e la marijuana venivano smerciate soprattutto tra Fano e Fossombrone

Stroncata una fiorente attività di spaccio di droga nella nostra provincia con centro delle indagini il quartiere di Urbino due. A finire in manette una decina di persone tra marocchini, un macedone, un albanese e due italiani: quasi 2 chili di sostanze stupefacenti sequestrate nell’ambito di tre fasi tutte strettamente correlate. Operazione condotta dalla Questura di Pesaro e Urbino, Squadra mobile di Pesaro, il Commissariato di Urbino con la collaborazione dell’Unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza di Pesaro e vigili del fuoco di Pesaro. Doveroso andare per ordine. Nell’autunno scorso tre marocchini avevano rapinato due ragazze marocchine (soldi e cellulari) a Pesaro. Da qui la denuncia per i tre marocchini (due di 26 anni e uno di 21 residenti  a Urbino 2). Poi si scoprì che uno di loro era anche uno spacciatore con il fratello di 28 anni e un macedone di 40 anni. Dalle indagini si riuscì a risalire ai corrieri della droga in questione, poi arrestati al casello autostradale di Fano, due italiani residenti in Provincia (Fossombrone) e un committente albanese (trovati con oltre mezzo chilo di cocaina e mezzo chilo di hashish). Dalle successive indagini si riuscì a risalire a un terzo marocchino di 36 anni (residente a Urbino 2) arrestato dopo un inseguimento. Aveva nascosto la droga sotterrandola in un campo ma il fiuto degli amici a quattro zampe dell’unità cinofila della Finanza ha portato alla luce 760 grammi di hascisc e 36 grammi di cocaina. Rivenuto dai militari anche denaro contante, ovvio provento dello spaccio. Operazione, quest’ultima, condotta sabato 2 febbraio. Nel complesso un’indagine che ha permesso di portare alla luce il fenomeno sempre più dilagante del consumo di  droga nella nostra provincia.

 

 

 

edil 4
il particolare arredamenti