Al via il festival “Macchie e Inchiostri”, primo appuntamento il 16 dicembre a Serrungarina

rte
mcdonalds

Promosso dall’associazione culturale “Ville & Castella”, si occuperà di libri, giornalisti e inchieste alla ricerca di verità su temi spesso scomodi

Dopo il successo dello scorso anno, dal 16 dicembre al 16 febbraio torna “Macchie e inchiostri”, festival del giornalismo d’inchiesta promosso dall’associazione culturale “Ville & Castella” con i patrocini del Comune di Colli al Metauro, della Provincia di Pesaro e Urbino e della Regione Marche. Gli appuntamenti si snoderanno a Serrungarina, Saltara, Montemaggiore al Metauro e Villanova, proponendo incontri che saranno preceduti, alla vigilia, da due proiezioni di film documentari di tema affine.

Presentazione Macchie e Inchiostri

“Il festival – spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Colli al Metauro Andrea Giuliani – nasce da un buon incontro tra il nostro Comune e Villa & Castella. Verranno proposti temi non sempre alla ribalta nei classici canali di informazione, inchieste importanti per formare un’opinione pubblica sempre più consapevole”. L’obiettivo di “Macchie e Inchiostri” è infatti, come sottolineano i direttori artistici Nino Finauri e Paolo Frigerio, “quello di dare voce a giornalisti coraggiosi, alimentare i pensieri di chi non sta comodo nell’ovvio, accendere possibilmente qualche reazione in chi trova scomodo impegnarsi”.

Il programma si aprirà domenica 16 dicembre, alle ore 17 a Serrungarina (Chiesa parrocchiale) con la scrittrice e giornalista italo – siriana Asmae Dackan, che porterà la sua testimonianza su cosa sta accadendo in Siria. Verranno anche proiettati video del giornalista reporter Giorgio Fornoni, inizialmente in programma come relatore ma che non potrà essere presente.

Il calendario

Secondo appuntamento domenica 13 gennaio, alle ore 17 a Saltara (ex Chiesa del Gonfalone) con il giornalista Daniele Bellocchio su “Jihadismo e cambiamento climatico”, che evidenzierà come si tratti di due facce della stessa medaglia, parlando del suo viaggio sul lago Ciad, tra desertificazione e incontri con i kamikaze di Boko Haram.

Michelle Ferrari

Domenica 20 gennaio, alle ore 17, a Montemaggiore al Metauro (Teatro) il giornalista Maurizio Di Fazio affronterà il tema “Pedopornografia e dintorni”, in particolare in relazione all’adescamento di giovani sul web e sui social network e alla necessità di nuove tutele, mentre Michelle Ferrari, che ha iniziato la carriera come pornostar nel 2005, parlerà di “Pornografia e consapevolezza di sé”.

Domenica 27 gennaio, alle ore 17 a Villanova (Centro civico), saranno protagonisti Andrea Palladino sul tema “Tutti i soldi di Casa Pound e Forza Nuova” e Luigi Alfieri, docente all’Università di Urbino, su “Democrazia e neofascismi”, evidenziando i confini della libertà di opinione negli estremismi di destra e di sinistra.

Venerdì 1 febbraio, alle ore 21 a Montemaggiore al Metauro (Teatro), verrà proiettato il film – documentario “Economia della felicità”, che porterà esempi positivi nell’approccio a tematiche ecologiche, individuando i presupposti per una felicità più profonda, rispettosa e condivisa. Al termine della proiezione verranno offerti al pubblico panettone artigianale, vino di visciole e liquor d’ulivi.

Antonio Cianciullo

Sabato 2 febbraio, alle ore 17 a Saltara (Museo del Balì), il giornalista e scrittore Antonio Cianciullo parlerà di “Ecologia del desiderio”, cioè della necessità di promuovere l’urgenza del cambiamento negli stili di vita “non continuando a vendere solo paura, condita con l’erba amara della rinuncia, ma raccontando di esempi virtuosi, tecnologie buone e confortevoli, miglioramenti immediati, educando ai piaceri ambientali”.

Domenica 10 febbraio, alle ore 17, a Montemaggiore al Metauro (Teatro) il giornalista Emiliano Fittipaldi, inviato dell’Espresso, affronterà il tema “Pulizie in chiesa”, soffermandosi sugli scandali della chiesa moderna, mentre il parroco di Cagli e docente di teologia dogmatica al seminario di Fano Marco Presciutti parlerà dell’autenticità della missione pastorale, portando testimonianza dell’essenza della chiesa.

Venerdì 15 febbraio, alle ore 21, sempre al Teatro di Montemaggiore al Metauro, verrà proiettato “Dominion”, il film documentario che fa luce sugli orrori dello sfruttamento animale in ogni settore, soprattutto in quello degli allevamenti intensivi, mostrando con telecamere nascoste e droni telecomandati il grido di dolore e di aiuto degli animali.

Sabato 16 febbraio, alle ore 17, a Saltara (Museo del Balì), la giornalista e conduttrice televisiva Giulia Innocenzi affronterà la situazione degli allevamenti in Italia, evidenziata nel suo libro “Tritacarne”, parlando della stretta relazione tra ciò che mangiamo, la nostra salute, e quella dell’ambiente.

Questa seconda edizione di “Macchie e inchiostri” è dedicata ad Ettore Marini che, come spiegato da Nino Finauri e Paolo Frigerio, “ha insegnato a tanti di noi la coerenza e la tenacia nell’impegno civile”.

Ufficio stampa Provincia - Pu (G. R.)
il particolare arredamenti
edil 4