Casa dell’Acqua di Acqualagna: i primi risultati sono molto positivi

Dopo diversi mesi di attesa, la Casa dell’Acqua di Acqualagna è entrata regolarmente in funzione e ha già dato i primi frutti. Inaugurata ad agosto, l’impianto eroga acqua liscia e acqua gassata facendo pagare ai cittadini la cifra simbolica di 5 centesimi al litro.

La gestione e manutenzione della Casa dell’acqua vede a capo l’Adriatica Acque, azienda che ha installato e gestisce oltre 150 Case dell’acqua nel territorio nazionale. Dalle stime del progetto e dai dati sui consumi già in possesso da Adriatica Acque, si prevedeva che ogni anno saranno circa 300.000 le bottiglie in plastica risparmiate e 375 gli svuotamenti di cassonetti per la raccolta della plastica risparmiati all’ anno, circa 50 le tonnellate di CO2 non emesse in atmosfera. I dati di ottobre seguono le stime iniziali con un totale di 25.081 litri erogati facendo risparmiare ben 16.721 bottiglie. Ma i vantaggi generati dall’impianto non si limitano solo a questo.

Oltre per l’ambiente, che verrebbe inquinato da meno plastica, ci saranno anche riscontri positivi per le famiglie che ne usufruiranno: in base ai consumi registrati delle Case dell’Acqua già installate, ipotizzando un costo medio di 0,20 €/litro dell’acqua in bottiglia, tolto il costo dell’acqua liscia e gassata, si prevede un risparmio economico di circa 250 euro all’anno per le famiglie che la utilizzeranno.

“La Casa dell’Acqua rappresenta un’opportunità per ricordare ancora una volta alla cittadinanza che bere acqua del rubinetto è una scelta sicura, economicamente vantaggiosa e sostenibile. Inoltre diventerà un luogo di socializzazione, che ricreerà quelle situazioni tipiche dell’Italia degli anni settanta, con i fontanelli che rappresentavano il luogo di ritrovo, fornendo acqua da attingere, non solo per uso potabile” continua il Sindaco Andrea Pierotti senza nascondere l’entusiasmo per i primi risultati.