Piccoli Comuni, Terzoni (M5S): “Bene impegni poste, finalmente si riconosce la rilevanza delle aree interne e marginali”

“Gli impegni assunti oggi da Poste nei confronti dei piccoli comuni italiani sono un’ottima notizia per tutto il Paese. Tenere aperti gli uffici postali significa presidiare questi territori che a loro volta sono fondamentali per la tenuta sociale e ambientale delle nostre aree interne. Una ricchezza che il Parlamento ha riconosciuto nella legge 158 del 2017, di cui sono seconda firmataria: molti dei punti qualificanti della legge sui piccoli comuni trovano oggi riscontro nel programma di intervento di Poste Italiane. Finalmente dopo tante proteste si è deciso di ascoltare i territori e di applicare questa legge in cui il MoVimento 5 Stelle ha creduto fortemente”. Lo afferma Patrizia Terzoni, vicepresidente della Commissione Ambiente della Camera e seconda firmataria della legge sui piccoli comuni approvata nella passata legislatura. “Lavorare per il riequilibrio tra le aree del Paese è una necessità che comporta ricadute concrete sulla vita reale di milioni di persone, soprattutto nelle aree montane come quelle dell’Appennino Marchigiano, dove ci sono più di 100 piccoli comuni, molti dei quali anche fortemete danneggiati dal Sisma. Il Parlamento ha dimostrato di avere a cuore questi territori e questi comuni. Ora bisogna continuare in questa direzione applicando le altre parti della legge, come il potenziamento della banda ultra larga e i decreti attuativi per il finanziamento dei progetti di rilancio e sviluppo di questi territori” conclude Terzoni.