Noi siamo Terre Roveresche: “Il sindaco dimentica le necessità sociali del territorio”

rte
Biondi
Biondi
Biondi
il particolare arredamenti
Rosalba Cagli
edil 4
Municipio di Orciano (Terre Roveresche)

Nell’ultimo consiglio Comunale tenutosi venerdì 28/10/2018 abbiamo espresso il nostro voto contrario in merito ai punti inerenti l’applicazione dell’avanzo di amministrazione per la realizzazione di spese d’investimento ed al conseguente programma triennale dei lavori pubblici 2018-2020” con proposta nr.113 oltre che al riconoscimento dei debiti fuori bilancio. Il sindaco ancora una volta destina le ingenti risorse che gli sono state messe a disposizione con la fusione dei quattro ex Comuni, per la realizzazione di opere pubbliche dimenticandosi, ancora una volta, delle necessità sociali del nostro territorio, quali: istruzione, famiglia, sicurezza, anziani ed attività commerciali del territorio. Alcune cittadine hanno addirittura indetto una petizione contro il progetto “ENGLISH FOR TODDLERS” che vedeva l’insegnamento della lingua inglese per i bambini della scuola dell’infanzia a pagamento e per il quale, negli anni precedenti, l’Unione Roveresca ne aveva garantito la gratuità. Già nel maggio scorso avevamo segnalato la poca attenzione (se non il completo disinteressamento) posto dall’attuale amministrazione alle esigenze delle famiglie per l’attività del “centro estivo”; trasporto non garantito per tutti i bambini, mancanza d’informazione sul costo della refezione il tutto unito ad un ingiustificato aumento delle rette che ha precluso, di fatto, la possibilità a molte famiglie di poterne usufruire. Addirittura l’attività comunale del “Doposcuola” ha un costo di ben 40 euro a settimana. Per non parlare dell’assistenza agli anziani proposta in collaborazione con Art.32 denominato “LA COMBRICCOLA”: 30 euro per ogni “visita di compagnia”. Siamo rimasti quindi esterrefatti quando il sindaco ha dichiarato d’aver investito 300mila euro per il sociale. Che fine hanno fatto? In fatto di sicurezza stiamo ancora aspettando il tanto agognato “TARGASYSTEM” del costo di 60mila euro che il sindaco ha promesso, dopo insistenti pressioni nostre e dei cittadini, d’installare ma del quale ancora non vi è traccia. E’ questa l’importanza che per lui riveste la sicurezza del territorio?

A fronte di tutto ciò il sindaco propone l’investimento degli avanzi di amministrazione per opere, come la realizzazione di tre rotatorie nel Comune per un costo di 350mila euro, inutili. Non vi è nessuna necessità di sicurezza o viabilità che ne richieda la realizzazione. Inoltre la competenza  e l’onere dei costi dei lavori, essendo su strade provinciali, dovrebbe essere della Provincia e non del Comune. Perché spendere risorse del Comune per opere che non sono di sua competenza? Di chi la responsabilità in caso di manutenzione od in caso di sinistri stradali?

Purtroppo, come da noi sottolineato, anche il così detto “BONUS BEBE’ è stato un fallimento; sia nella sua progettazione ed organizzazione (la spesa annua stimata di 60mila euro è già arrivata a 74mila nel mese di ottobre) sia come concezione; quella di concedere due tranche da 2.500 euro non rappresenta certo un incentivo alla natalità ed adesso, il sindaco, per porre rimedio al pasticcio, cambia in corso d’opera obbligando le famiglie a spendere metà del bonus negli esercizi commerciali del comune. Oltre a questo ed allo sconto “TARI” nulla di più è stato fatto per l’incentivazione e la promozione delle attività commerciali del Comune.

Noi siamo Terre Roveresche
Biondi
meme
ercolani
Bella Ischia
original-ceramiche
Frescina