Lettere in redazione: “Halloween non diventi il pretesto per compiere atti vandalici”

Riceviamo e pubblichiamo

La celebrazione sacra dei nostri defunti non è non confondersi con la strana e macabra festa di Halloween, festa non certo appartenente alla nostra tradizione, ma mutuata da Paesi stranieri. Vorrei aggiungere che non si ha nulla contro Halloween, ma dispiace vedere che in molti frangenti la festa viene presa come pretesto per atti vandalici, scherzi di poco gusto, imbrattamenti, schiamazzi e via discorrendo. I giovani dovrebbero, infatti, limitarsi a chiedere semplicemente “dolcetto o scherzetto”. Questo al fine di non dover poi pulire e pitturare, come ad esempio è capitato a me un anno fa!

M. B. (Urbania)