Assestamento di bilancio in Regione: ecco la destinazione delle risorse

Tra le voci previste ci sono anche risorse per le aree protette (2 milioni), le Unioni montane (1 milione e 700mila), le opere di messa in sicurezza dei fiumi (1 milione e 200mila), la protezione civile (770mila), il turismo e la cultura (oltre 1milione). Previsti finanziamenti per sostenere la procedura finalizzata al riconoscimento delle rievocazioni a sfondo religioso, organizzate a Cantiano e Loreto, quale patrimonio immateriale dell’Unesco

Un assestamento che muove oltre 50 milioni di euro. E’ l’estrema sintesi del provvedimento di assestamento di Bilancio, approvato ieri a maggioranza dal Consiglio regionale delle Marche con 17 voti favorevoli e 12 contrari. Nella legge 233 vengono rafforzati gli investimenti nel sociale, con nuove risorse per 4 milioni e 200 mila euro, di cui 1 milione e 700mila per la non autosufficienza. Al settore trasporti vengono assegnati 4 milioni e 850mila euro, di cui 1,1 milioni di euro destinati alle agevolazioni tariffarie per le fasce deboli. Tra le voci previste ci sono anche risorse per le aree protette (2 milioni), le Unioni montane (1 milione e 700mila), le opere di messa in sicurezza dei fiumi (1 milione e 200mila), la protezione civile (770mila), il turismo e la cultura (oltre 1milione). Assegnati nuovi finanziamenti anche ai comuni (10 milioni e 600mila euro) e alle province (6 milioni e 180 mila euro). Previsti finanziamenti per sostenere la procedura finalizzata al riconoscimento delle rievocazioni a sfondo religioso, organizzate a Cantiano e Loreto, quale patrimonio immateriale dell’Unesco. Accolti a maggioranza emendamenti per il riconoscimento di finanziamenti diretti degli ambiti territoriali di caccia e per gli indennizzi per il recupero degli animali abbattuti nei terreni agricoli.

I commenti

Primo a prendere la parola il capogruppo del M5S, Gianni Maggi, molto critico sulla manovra, costituita in larga parte da “favori personali”. “Noi del Movimento cinque stelle – ha detto Maggi – le associazioni e le iniziative meritevoli le finanziamo con risorse dei nostri iscritti”. “Risibile – ha aggiunto Maggi – l’intervento relativo alla riduzione di 0,02 euro dell’accisa sul carburante che non incide per nulla nell’economia delle famiglie”. Per il capogruppo della Lega nord, Sandro Zaffiri, “siamo di fronte a numeri che segnalano un’enorme difficoltà”. “Come è possibile votare questo assestamento – ha aggiunto Zaffiri – quando non è stata recepita neppure una indicazione di buon senso proveniente dalle opposizioni?”. Il consigliere Sandro Bisonni (Misto) ha giudicato “estremamente positiva l’iniziativa operata sulla riduzione dell’accisa sul carburante”. “C’è però un grande assente nelle scelte di Bilancio – ha aggiunto Bisonni – cioè l’Ambiente, campo in cui gli investimenti avrebbero dovuto essere decisamente più consistenti”. L’assessore Fabrizio Cesetti ha parlato dell’assestamento come “occasione per sottolineare la solidità delle finanze regionali e la sana gestione della Regione Marche”.

Consiglio regionale Marche (l. b.)