Bocce, a Matelica il dominio di Chiara Gasperini (Lucrezia)

E’ partito il campionato di serie A di bocce, specialità raffa, con tre squadre marchigiane nell’organico delle 16 partecipanti, divise in due gironi da 8 squadre ciascuno. Nel girone 1 il Montegranaro ha pareggiato 4-4 nella prima giornata in trasferta a Capitino di Isola Liri (Frosinone). Nel girone 2 bella vittoria per la CDM Vallefoglia che ha regolato 5-3 la Enrico Millo Baronissi (Salerno), mentre è stata sconfitta 6-2 la neopromossa Fontespina sul campo del Villafranca (Verona).

GARE NAZIONALI

TROFEO IMPRESA PALMIERI A LORETO (Individuale élite cat. A1-A)

LORETO – Una giornata indimenticabile per Michele Magnaterra, il giovane boccista del Castelfidardo che vince la gara nazionale élite di Loreto, il Trofeo Impresa Palmieri, battendo tutto il gotha nazionale della raffa, riunitosi nella bocciofila del presidente Romano Foglia in numero record, visti i ben 174 iscritti alla competizione diretta da Giovanni Emili. Dopo essere uscito alla grande dal girone del mattino, Magnaterra compiva un capolavoro battendo negli ottavi di finale il campione d’Italia Davide Truzzi, per poi proseguire con sicurezza nel proprio cammino fino alla finale in cui trovava il numero uno delle classifiche nazionali, l’aquilano Gianluca Formicone, in forza al Caccialanza Milano. Veniva fuori una finale fantastica fatta di giocate spettacolari e di un altissimo livello di gioco. Magnaterra non partiva certo con i favori del pronostico, ma l’occasione era troppo ghiotta per non essere colta. Il giocatore del Castelfidardo faceva lo scatto decisivo passando dal 4-5 al 9-5. Formicone però, da campione qual è, non si arrendeva e accorciava le distanze. Si arrivava sull’11-10 per Magnaterra che era bravo a mantenere i nervi saldi e a mettere a segno il punto del 12-10 finale per la gioia dei suoi tanti tifosi. Sui gradini più bassi del podio, dietro a Magnaterra e Formicone, due atleti del Colbordolo: Andrea Sperati, sconfitto in semifinale 12-2 dal fidardense, e Federico Patregnani, che in semifinale aveva ceduto 12-8 a Formicone. Tantissimo il pubblico presente per una giornata magnifica, perfettamente organizzata dalla Bocciofila Loreto. Davvero una grande partenza di stagione nelle gare élite per le bocce marchigiane.

TROFEO CITTA’ DI TOLENTINO (individuale femminile cat. A1-A, individuale femminile cat. B-C)

TOLENTINO – Dodicesima edizione del Trofeo Città di Tolentino, gara nazionale femminile di grande prestigio ospitata dalla bocciofila del presidente Claudio Pascucci. In campo 16 atlete di categoria A1 A, con le migliori firme nazionali delle bocce, e 48 atlete di categorie B-C sotto la direzione di gara di Roberto Rotatori. Non è mancato lo spettacolo e neanche il pathos visto che entrambe le finali delle due categorie si sono concluse 10-9 con ultime giocate da cardiopalma. Nella categoria principale il successo è andato alla campionessa d’Italia e del mondo, la pluridecorata Elisa Luccarini (Bentivoglio Reggio Emilia) che però ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per battere in finale Marina Braconi, la recanatese tesserata anch’essa con la Bentivoglio Reggio Emilia. Partita andata avanti punto a punto senza che nessuna delle due giocatrici riuscisse a staccare l’altra. Al massimo sono stati due i punti di vantaggio per l’una o per l’altra (3-1 per la Luccarini, 6-4 per la Braconi). Si arrivava all’ultima giocata sul 9 pari e la Luccarini non sbagliava l’accosto decisivo. Sui gradini più bassi del podio Carmen Torricelli (Formiginese) e la giovane Eleonora Ceriani (Caccialanza Milano). Se nella categoria élite sono dunque state poche le soddisfazioni per le Marche, nella categoria BC è andata decisamente meglio visto che in finale si sono sfidate Franca Castricini (Porto Potenza Picena) e Maria Pascolini (Tolentino), quest’ultima appoggiata dal pubblico essendo una beniamina di casa. La Pascolini arrivava a un passo dalla vittoria sul 9-6, non riusciva a mettere a segno il punto decisivo e nelle ultime due giocate di faceva superare dalla Castricini, più fredda nel momento clou. Un successo meritato per Franca (che è anche responsabile del settore femminile per il comitato provinciale di Macerata della Fib) e tanto rammarico per Maria, che avrà comunque altre occasioni. Sui gradini più bassi del podio la giovanissima campionessa d’Italia under 15 Gilda Franceschini (Città di Perugia) e l’altra giovane Irene Albieri (Chieti Scalo). Come al solito ottima l’organizzazione della bocciofila Tolentino, non a caso recentemente insignita del Premio Marche. Presente, tra le altre autorità, il sindaco di Tolentino Giuseppe Pezzanesi.

GARE REGIONALI

TROFEO BFTM SCAFFALATURE A STAZIONE DI OSIMO (Coppie cat. AB, coppie cat.C)

OSIMO – Grande partecipazione di pubblico e di atleti alle gare a coppie di categorie AB e C del Trofeo BFTM Scaffalature svoltesi alla bocciofila di Osimo Stazione del presidente Nazareno Pettinari. Sotto la direzione di gara di Avellino Onofri si sono sfidate ben 144 formazioni di categorie AB e 72 formazioni di categoria C. Nella categoria principale il successo è andato alla coppia Piero Bonfigli-Simone Renzi (Cameranese) che in finale hanno avuto la meglio su Luca Vigoni-Denis Vigoni (Jesina). Al terzo posto Piero Prosperi-Stefano Carlucci (Cartiere Miliani Fabriano). Nella categoria C la vittoria è andata a Massimo Carletti-Sergio Sampaolesi (Adriatica Porto Recanati).

TROFEO CITTA’ DI MATELICA (Individuale femminile ABC)

MATELICA – Non mancano certo le giovani promesse, alcune delle quali potremmo ormai definire certezze, nelle bocce femminili marchigiane. Una dimostrazione è venuta dall’esito della gara regionale individuale femminile di Matelica, la nona edizione del Trofeo Città di Matelica, aperta a tutte le categorie, con 48 atlete al via sotto la direzione di gara di Fabrizio Ceccarelli. Ha dominato Chiara Gasperini (Lucrezia). La campionessa italiana under 18 ed europea a squadre, recentemente insignita del Premio Marche, ha vinto 10-2 la finale contro un’altra giovanissima, Giulia Gazzoli (Civitanovese-V.Gattafoni). Al terzo posto un’altra juniores, Sara Pascucci (Tolentino). Prima delle “over”, la quarta classificata, Antonietta Angelici (Sambenedettese). Una bella manifestazione, quella ospitata dalla bocciofila Matelica del presidente Mauro Canil, che ha fatto da antipasto alla gara nazionale femminile prevista domenica 14 a Tolentino. Presenti alle premiazioni la Vice Presidente Fib Marche Laura Erbaccio, il presidente provinciale Fib Macerata Luca Gelosi, la responsabile femminile del comitato di Macerata Franca Castricini.