Parole e note d’autore al Castello di San Costanzo (7 agosto)

Il Circolo Acli-Usacli Oratorio San Giovanni Bosco di San Costanzo nell’ambito delle molteplici attività promosse in questa estate 2018, ha organizzato presso il caratteristico Baretto di San Costanzo per la giornata di oggi 7 agosto alle ore 21, l’evento “Parole e note d’autore al Castello” dove è stato coniugato poesia e musica. Verrà presentato il libro di poesie di Augusta Tomassini con il titolo “Mi chiamo per nome, Ombra e Luce”.  La poetessa e scrittrice è nata a Fossombrone ed è affetta da retinite pigmentosa che le ha causato la progressiva perdita della vista. Attiva nell’Unione Italiana dei Ciechi e degli ipovedenti è anche componente della Commissione Regionale delle Pari Opportunità delle Marche. Ha pubblicato nel 2013 il suo primo libro di poesie con il titolo “Volo nell’anima. Poesie nell’ombra”. Sono usciti successivamente altri libri come “L’altra me – bagliori in versi e Sulle ali del tempo riflessi di luce”. Nel corso degli anni ha avuto riconoscimenti in premi letterari.

“Lo scrivere questi libri – ci dice Augusta – sono il secondo tempo della mia vita”. Questa sera verrà presentato il libro “Mi chiamo per nome – Ombra e Luce”. Il contenuto degli scritti è un susseguirsi di descrizioni che portano la poetessa ad analizzare se stessa, attraverso la sua parte più intima fatta di ricordi, di presenze quotidiane costanti, di atti d’amore e di semplici gesti, ma unici. Essa diventa pittrice del suo capolavoro più grande, con la consapevolezza di essere lei stessa seme, pianta, tronco, chioma che si affaccia all’arcobaleno della vita.  Augusta attraverso le poesie insegue l’amore, cercando ogni volta di rinascere, di trovare il tempo per non fingere e per capire che ciò che rende ricco una persona, è accettarsi e non smettere mai di essere se stessi. Nel corso della serata verranno lette alcune poesie del libro a cui seguiranno dei momenti musicali eseguiti dall’ensemble dei fagaotti dei Professori Giacomo Petrolati, Giuseppe Ciabocchi e David Branchiesi con un repertorio cha va da Cajkovskij a Rossini. Il programma è veramente eccezionale e ricco di contenuti dove tutti sono invitati a partecipare. L’ingresso è libero.