Fano città ideale e Udc incontrano i residenti della casa albergo comunale Don Tonucci

Abbiamo richiesto un incontro ufficiale alle persone residenti la casa albergo della Don Paolo Tonucci per comprendere in grado di consapevolezza riguardo al progetto di spostamento e/o chiusura del servizio Casa Albergo. Ieri mattina ci siamo recati in visita di sopralluogo alla casa albergo Don Tonucci, dove abbiamo trovato un clima molto disteso e cordiale, ma estremamente attento e critico su tutta l’operazione che sta portando avanti il sindaco e l’amministrazione. Le persone residenti hanno sottoscritto regolari contratti con il Comune di Fano, contratti validi che contengono tre elementi essenziali: i soggetti sottoscrittori, Comune di Fano e persone anziane, l’oggetto del contratto ovvero la residenza in casa albergo e la causa con cui le parti intendono regolare il contratto, tutti elementi presenti nei contratti sottoscritti dai residenti. Dalle persone residenti abbiamo ricevuto alcune richieste importanti: la prima e la più importante è di rimanere nell’attuale struttura e di non essere spostati altrove senza alcuna certezza. Dalle stesse persone residenti abbiamo recepito i motivi fondamentali per rimanere nell’attuale residenza e con l’attuale servizio: – il primo è la sicurezza, che le persone hanno rimanendo all’interno della struttura Comunale, che li mette al sicuro da truffe, furti, raggiri, etc. – il secondo la salute, all’interno della struttura c’è il servizio infermieristico e il servizio del medico, i residenti inoltre vengono sollecitati ed aiutati nel prendere i medicinali quotidiani, se hanno una necessità vengono subito aiutati dagli operatori; – il terzo la solitudine, nella struttura si sentono come una grande famiglia, fanno attività insieme , si tengono compagnia. Ci sono persone che hanno venduto la propria abitazione per iniziare il percorso di vita all’interno della casa albergo comunale, non è pensabile oggi traferirle altrove. Per questo motivo presenteremo una mozione urgente al Consiglio Comunale per chiedere di modificare il progetto di chiusura e/o spostamento della casa albergo, sul quale rimaniamo estremamente contrari, e di fare rimanere le persone anziane residenti negli attuali appartamentini. Lo spirito della struttura è quello di ricostruire legami e relazioni umane pur mantenendo l’autonomia di vita, tutto verrebbe perduto se gli ospiti venissero trasferiti in alloggi diversi; come ha detto uno dei residenti, non sono le lenzuola pulite ma i rapporti di amicizia tra gli ospiti che danno il valore aggiunto alla residenza Don Tonucci, una risorsa che non possiamo perdere.

Tarsi Lucia - Fano città Ideale - Delvecchio Davide - UDC