La lettera di Davide Brunetti (Fratte Rosa) al Papa: “Reinserisca nella messa la preghiera a San Michele Arcangelo di Papa Leone XII”

Io sono Davide Brunetti, un ragazzo di 28 anni che vive in un piccolo centro delle Marche, chiamato Torre San Marco, comune di Fratte Rosa, detto anticamente “Castrum Fractarum”. Fino al 26/9/1964, alla fine di ogni messa, veniva recitata la preghiera a San Michele Arcangelo, ma con l’istruzione “Inter oecumenici” si decretò la soppressione delle preghiere leoniane. Mi rivolgo a Sua Santità che reinserisca, nel rituale della messa la preghiera a San Michele Arcangelo di Papa Leone XIII. Mi aspetto con tutto il cuore che Sua Santità possa ripristinare questa preghiera a San Michele Arcangelo, che nella nostra parrocchia è il protettore. Molti miei concittadini sarebbero contenti, che questa preghiera sia reinserita nel rituale della messa. Fiducioso di ricevere una risposta le porgo cordiali saluti.

Davide Brunetti