Allarme sanità anche a Fabriano, il punto nascita a rischio chiusura

La sanità torna nuovamente al centro del dibattito politico spostandosi questa volta a Fabriano con la vicenda legata alla chiusura del punto nascita.

In merito alla questione, il portavoce al Senato del Movimento 5 Stelle Sergio Romagnoli fa sapere il loro punto di vista. “E’ struttura sanitaria strategica per il territorio. Il Governatore Ceriscioli si impegni a potenziarla. Ribadiamo il NO alla chiusura del punto nascita”.

Di recente Romagnoli è intervenuto anche in Aula del Senato proprio in difesa del punto nascita della città di Fabriano. “Dopo le polemiche dei giorni scorsi a seguito della dichiarazione da parte del Governatore delle Regione Marche Ceriscioli di dover procedere con la chiusura del Punto Nascita dell’Ospedale di Fabriano, ho ritenuto opportuno recarmi in sopralluogo presso l’Ospedale con Simona Lupini, Assessore ai Servizi alla Persona del Comune di Fabriano, per incontrare il personale medico e la dirigenza. Insieme al Direttore dell’Area Vasta, al Direttore Sanitario, al Direttore della Pediatria e ai ginecologi del reparto Materno Infantile abbiamo lungamente approfondito le varie problematiche e analizzato le migliori soluzioni da intraprendere“.

“Le polemiche sterili e inutili debbono finire immediatamente, in ballo c’è la salute del cittadino, così mi sono impegnato a dialogare con la Regione e il Ministero per individuare gli strumenti definitivi da assegnare all’Ospedale di Fabriano. Ho potuto constatare, ancora una volta, la funzionalità dei reparti e il grado di eccellenza di tutto il personale medico che lavora all’interno dell’Ospedale, per caratteristiche di professionalità e umanità. Gli abitanti dell’area di Fabriano vedono nell’Ospedale un prezioso e irrinunciabile punto di riferimento, vista anche la complessa morfologia del territorio e la viabilità disagevole, e per tutti noi del Movimento 5 Stelle, dal Parlamento, alla Regione, al Comune di Fabriano, il depotenziamento dei reparti o la paventata chiusura del Punto Nascita sarebbero atti inaccettabili. L’unica soluzione possibile è, al contrario, il potenziamento fornendo le necessarie risorse economiche per garantire finalmente stabilità all’intera struttura. Per questo chiediamo il definitivo impegno da parte del Governatore Ceriscioli”, conclude il senatore Romagnoli.