Manutenzione strade, Biancani e Traversini: lavori da 6,6 milioni di euro

A meno di tre mesi dalla firma del Decreto che formalizza il passaggio definitivo delle strade ex-Anas allo Stato, arrivano i primi risultati sulle principali vie di comunicazione della provincia di Pesaro-Urbino. I consiglieri regionali Andrea Biancani, presidente commissione ambiente-trasporti, e Gino Traversini, presidente commissione sviluppo economico, comunicano la partenza dei lavori nella maggior parte dei tratti stradali tornati di competenza dell’Anas, per un primo investimento pari a 6 milioni e 600 mila euro.

«Gli effetti concreti del trasferimento stanno arrivando su quasi tutti i 155 chilometri della Provincia coinvolti – spiegano i due consiglieri – in particolare l’apertura dei cantieri riguarda il tratto della Flaminia che va da Acqualagna a Cantiano, con un investimento di 3,5 milioni di euro, e la strada Apecchiese, alla quale sono stati destinati, rispetto ai 350 mila euro iniziali, 150mila euro aggiuntivi, per un totale di 500 mila euro».

Lavori al via anche sull’Urbinate, per la strada tra il Gallo di Petriano e Trasanni, con un aumento anche qui di fondi, da 150 mila a 200mila euro, e sulla Cesanense, per un investimento di 250 mila euro. «Sulla Statale 73 bis – proseguono Biancani e Traversini – sono già stati completati i lavori tra Urbino e Canovaccio per 2,5 chilometri, con una spesa di 350 mila euro, e sono in corso le opere di sistemazione dei cavalcavia nel tratto a quattro corsie, per i quali sono previsti 800 mila euro. Inoltre nei prossimi mesi partiranno i lavori per la sistemazione del fondo stradale tra Lunano e Sant’Angelo in Vado, per 1 milione di euro». A breve dovrebbero concludersi gli ultimi adempimenti formali per il passaggio ad Anas dei restanti tratti provinciali oggetto della riclassificazione. «Una volta completato l’atto formale – assicura Biancani – potranno partire i cantieri sulla Fogliense (Montecchio – Lunano), sulla Metaurense (Fermignano-Urbania), sulla Montelabbatese e sul tratto di Pedemontana a Sant’Angelo in Vado, per le quali sono in programma interventi per 1,5 milioni di euro».

Per quanto riguarda la messa in sicurezza della Galleria del Furlo, Biancani evidenzia che «il progetto è stato definito, siamo pronti a partire non appena si sbloccheranno i 3 milioni di finanziamento dell’Anas». «Una volta chiusi tutti i cantieri, compresi i lavori di manutenzione ordinaria, quali segnaletica, manutenzione del verde, piccole asfaltature, arriveremo a un investimento totale di 13 milioni di euro – concludono i due consiglieri regionali –. La nostra gratitudine, oltre al Compartimento Marche dell’ANAS, va al Direttore Operation e coordinamento territoriale, l’ingegner Ugo Dibennardo, e al Responsabile dell’Assetto infrastrutturale Fulvio Maria Soccodato, per il pronto finanziamento degli interventi. Questi lavori consentiranno di disporre di una rete stradale più efficiente e sicura, incentivando la mobilità, lo sviluppo economico e il turismo».