Approvata con voto unanime dell’Aula, la proposta del M5S (Fabbri) sull’istituzione dell’Urae (Ufficio regionale per l’acquisto di energia elettrica e gas)

Approvata con voto unanime dell’Aula, la proposta del M5S (a firma di Piergiorgio Fabbri) sull’istituzione dell’URAE (Ufficio Regionale per l’Acquisto di Energia elettrica e gas). “Con la presente proposta di legge si intende creare un mezzo attraverso il quale rendere il consumatore un soggetto consapevole e attivo nel mercato dell’energia elettrica e del gas, considerando che dal prossimo giungo 2019 scomparirà il mercato tutelato, che verrà completamente aperto alla libera concorrenza”, commenta Fabbri.  “Si istituisce un’unità operativa, che rappresenti un soggetto indipendente garante d’imparzialità; i consumatori sia pubblici che privati, domestici o aziendali, potranno unirsi e agire congiuntamente, attraverso gare ad evidenza pubblica, individuando il fornitore più economico sotto il profilo delle tariffe, più performante sotto il profilo della qualità del servizio e, non meno importante, più ecologico sotto il punto di vista della sostenibilità ecologica del prodotto (i fornitori devono assicurare di produrre l’energia elettrica con fonti rinnovabili per oltre il 50%). Continua Fabbri:  “Con questa proposta di Legge, la Regione si fa attore principale per spronare all’acquisto di energia verde, energia prodotta secondo i criteri di economicità, sostenibilità ambientale e trasparenza dei prezzi”.